Violenza a minorenne, Zilli (LN): «Inaccettabile delinquenza da richiedenti asilo»

«Come è possibile che un immigrato con gravi precedenti penali possa ancora essere libero sul territorio?»

«Come è possibile che un richiedente asilo con gravi precedenti penali possa ancora essere libero sul territorio?» a dirlo Barbara Zilli, consigliere regionale della Lega Nord, in riferimento al fatto di cronaca avvenuto a Trieste la scorsa notte, l’aggressione di una ragazza alla stazione da parte di un richiedente asilo.

«E’ inaccettabile che le nostre città non siano più sicure né di giorno né di notte – dice Zilli – ma ancor più lo è il fatto che non si prendano seri provvedimenti per sedicenti profughi che delinquono. Le regole valgono per tutti e devono essere rispettate. Imporre l’obbligo di non uscire di notte dalle strutture di accoglienza è un dovere ineludibile. Il problema al solito è relativo alla sicurezza: chi ce la garantisce, se le forze dell’ordine sono sempre di meno e i presidi territoriali vengono indiscriminatamente tagliati? Investire in uomini e risorse è fondamentale: non può esserci libertà senza sicurezza».
 

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Trovato senza vita in mare: addio al fotografo Guido Cecere

  • Fuoriesce del materiale radioattivo, tre operai all'ospedale

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Allerta meteo: in arrivo forti temporali su tutto il FVG

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento