Mondo università, perché studiare in biblioteca?

Siete curiosi di sapere perché lo studio presso le biblioteche riesce a favorire buoni risultati in termini di apprendimento? Ecco una guida sulle biblioteche di Trieste e sui vantaggi che offre questo tipo di studio

Non avete ancora trovato il metodo di studio per avere la giusta concentrazione fra le mura domestiche? Spesso stare in casa risulta essere controproducente per lo studio, distrazioni e tentazioni non mancano di certo, sorelle e fratelli che disturbano e ci distraggono, televisione e playstation a portata di mano e tanto altro ancora. A questo proposito, perché non andare in un ambiente che riesca a stimolare la nostra attenzione? Le biblioteche offrono molti vantaggi sotto questo punto di vista, scopriamone, a tal proposito, alcuni insieme.

Vantaggi

Fra i primi vantaggi ricordiamo che studiare nelle biblioteche significa avere a disposizione tutte le informazioni utili per eventuali approfondimenti, si può accedere, infatti, all’intero catalogo opac di Trieste che permette di consultare tutto il materiale a disposizione delle biblioteche per cercare eventuali testi di approfondimento riguardo ciò che si sta studiando. A questo proposito, la biblioteca pubblica mette a disposizione degli studenti che la frequentano un servizio di consultazione di libri e periodici totalmente gratuito. Sono, anche, disponibili a scaffale aperto le principali opere di consultazione (enciclopedie, dizionari, codici, manualistica di base). Inoltre, gli studenti universitari triestini possono usufruire del prestito, ulteriore servizio che permette di poter consultare da casa alcuni testi che reputano utili all’approfondimento. In questo modo, la preparazione sarà di certo più accurata e, al momento dell’esame, si dimostrerà al docente una attenzione e un interesse spiccato nei confronti della materia, il che non può che influenzare positivamente il giudizio. Un altro vantaggio è che le distrazioni saranno sicuramente minori. La biblioteca, infatti, è il luogo perfetto dove ritrovare la concentrazione perduta grazie al silenzio e alla presenza di altre persone che si stanno impegnando ed applicando in ricerche e studio. La biblioteca aiuta, anche, nelle relazioni pubbliche, nelle pause è, infatti, possibile fare conoscenza con altri giovani impegnati nello studio universitario. Una volta fatta una rete di conoscenze, sarà possibile organizzare dei gruppi di studio che, per molti, sono il veicolo migliore per imparare divertendosi e per memorizzare le lezioni senza sforzo.

"Trieste città che legge" con il patto per la lettura
"Trieste città che legge" con il patto per la lettura

Potrebbe interessarti: http://www.triesteprima.it/cronaca/trieste-citta-legge-patto-lettura-19-dicembre-2018.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/TriestePrimait/34456368401

Biblioteche a Trieste

A Trieste si può scegliere di studiare in diverse biblioteche. La biblioteca pubblica Attilio Hortis si trova in via Madonna del Mare, 13 e fa parte della rete civica di Trieste. L’accesso alla biblioteca è consentito gratuitamente da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 19.00 e il sabato dalle ore 9.00 alle 13.00, con chiusura nei giorni di festività civili e religiose. Inoltre, la biblioteca offre un catalogo online consultabile al sito web www.biblioest.it. Ecco, poi, un elenco di alcune delle tante altre biblioteche presenti in città:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Miur: iscrizione a scuola anno scolastico 2020/21, procedura e scadenze

  • Lavoro, il corso formativo per impiegato ufficio paghe e personale

  • Qual è la migliore scuola superiore di Trieste? Ce lo dice Eduscopio 2019

  • Rendimento scolastico, ecco perché chi fa attività fisica ottiene voti più alti a scuola

  • Attività asili nido, la musicoterapia incrementa l'apprendimento nei bambini

  • Come scrivere bene la recensione di un libro, i punti da seguire

Torna su
TriestePrima è in caricamento