menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lunedì nero per Trieste: sei incidenti e dieci feriti in poche ore (FOTO)

Giornata intensa per il 118, i Vigili del Fuoco e la Polizia locale con tutte le altre forze dell'ordine intervenute su sei schianti in zone diverse della città: il comune denominatore è la pioggia

Auto cappottate, schianti frontali, scivolate sull'asfalto bagnato, sbandate e addirittura un cartello stradale abbattuto. È successo di tutto a Trieste da questa mattina, lunedì 24 ottobre, e si spera che il bilancio, che al momento conta ben 6 incidenti con ben 10 feriti (di cui uno molto grave), non aumenti ancora: troppo facile sarebbe dare la colpa solo alla pioggia, perchè è chiaro che anche la componente umana, specialmente in alcuni casi, ha contribuito ad aggravare la situazione. 

GRANDE VIABILITÀ - Il primo incidente di questa mattina risale alle 10.36 quando F.B., una donna di 46 anni, è rimasta ferita lievemente ed è stata trasportata da un'ambulanza del 118 al pronto soccorso di Cattinara in seguito al ribaltamento della sua Renault Clio lungo la Gvt all'altezza della Italcementi. Sul posto, oltre agli operatori sanitari, sono intervenuti anche i Vigili del fuoco per estrarre la guidatrice dall'abitacolo e la Polizia locale, che, oltre a occuparsi dei rilievi, ha chiuso la corsia di marcia per un'ora.

24ott16. auto cappottata gvt-2

FABIO SEVERO - Qualche minuto dopo, intorno alle 10.55, un'altra donna è rimasta ferita in via Fabio Severo, altezza civico 66, per una caduta accidentale da scooter: il personale del 118 intervenuto ha constatato un trauma facciale e cranico, trasportando poi la scooterista all'ospedale in codice verde; sul luogo dell'incidente anche la Polizia locale per i rilievi. 

SILOS - A qualche minuto e poco più di un chilometro in linea d'aria di distanza, nei pressi della Stazione centrale, in largo Città di Santos, un furgone targato Udine ha divelto il segnale di divieto di transito per mezzi con altezza superiore ai 2 metri in prossimità dell'ingresso del Silos. Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma oltre alla Polizia locale sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco per la rimozione del mezzo. 

BARCOLA - Ben più grave in termini di danni e conseguenze per le vite umane coinvolte è stato lo schianto frontale avvenuto in viale Miramare, nei pressi del viale d'accesso ai circoli nautici: l'incidente ha visto coinvolti una Lancia Y e un'Alfa Romeo, con sei feriti nello scontro. Preoccupano ancora le condizioni della donna che guidava la Lancia che dopo l'urto è rimasta sul fianco a ridosso del marciapiede: per liberarla dal mezzo distrutto è stato necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco e delle loro pinze oliodinamiche. Sul posto anche i Carabinieri, la Polizia locale e i sanitari del 118 con tre ambulanza e l'automedica per soccorrere i feriti e per il successivo trasporto al pronto soccorso di Cattinara.

COSTALUNGASempre l'asfalto bagnato sembra la causa dell'incidente avvenuto intorno alle 13.30 all'incrocio tra via Costalunga e via D'Alessio: poche le informazioni che sono trapelate, ma comunque il 118 è intervenuto trasportando un ferito a Cattinara in codice verde, quindi ferito solo lievemente.

GVT - Ancora la Grande viabilità. A cinque ore di distanza dal primo incidente della mattina, intorno alle 15.30, a poca distanza da Cattinara, una Mercedes guidata da una ragazza slovena del '93 ha perso il controllo sbattendo contro il guard rail. La guidatrice ferita è stata trasportata a Cattinara dal 118 giunto sul posto insieme alla Polizia stradale.

MARGHERITA - Una giornata davvero nera per la città che già dalle prime ore del mattino aveva appreso della morte della 25enne Margherita Della Mora che in sella alla sua moto ha sbandando finendo fuori strada, andando a impattare violentemente sul margine del canale che costeggia la strada nelle vicinanze di Portogruaro. Margherita era di Portogruaro ma viveva da diverso tempo a Trieste dove studiava giurisprudenza.

margherita della mora-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento