rotate-mobile

Notizie dalla zona di Barriera Nuova Citta Nuova

Invia la tua segnalazione
Tuiach assolto in appello dopo la condanna per diffamazione ad Antonio Parisi
Svolta giudiziaria

Tuiach assolto in appello dopo la condanna per diffamazione ad Antonio Parisi

La sentenza della Corte, presieduta dal giudice Mariagrazia Balletti, ribalta completamente quella pronunciata in primo grado nel 2022, dove l'ex pugile ed ex consigliere comunale era stato condannato dal giudice Francesco Antoni a due anni di reclusione. Parisi: "Andrò in Cassazione"

Investita sulle strisce e sbalzata a terra, anziana a Cattinara
In via Piccardi

Investita sulle strisce e sbalzata a terra, anziana a Cattinara

L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi in via Piccardi. La donna ha riportato un trauma cranico e uno agli arti inferiori ma le sue condizioni non sono gravi. Sul posto i sanitari del 118 e una pattuglia dei carabinieri

Paura in via Settefontane: si ferisce da solo, poi spunta un coltello, giovane a Cattinara
In via Settefontane

Paura in via Settefontane: si ferisce da solo, poi spunta un coltello, giovane a Cattinara

Il gesto si è consumato davanti a diverse persone che in quel momento si trovavano all'interno dell'ufficio postale. Il giovane è stato portato a Cattinara. Sul posto i sanitari del 118 e la polizia di Stato che ha arginato la situazione prima che potesse degenerare. Le ferite sarebbero superficiali e sarebbero state provocate da i cocci di una bottiglia di vetro

Lanciare acqua contro la Rai non è reato: no green pass assolto
Strascichi giudiziari del Covid

Lanciare acqua contro la Rai non è reato: no green pass assolto

L'uomo era accusato di tentate lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale per il presunto lancio della bottiglia durante la manifestazione del 1 ottobre del 2021. L'avvocato: "Aveva solo lanciato dell'acqua, lo provano i fotogrammi del video. Vergognoso il trattamento del servizio pubblico nei confronti dei manifestanti"

Evelina Nazzari e il suo “Memorie a brandelli”, storia di un diario ritrovato
Barriera Nuova - Città Nuova

Evelina Nazzari e il suo “Memorie a brandelli”, storia di un diario ritrovato

Con “Memorie a brandelli” (Edizione Sabinae. 2024) l’autrice Evelina Nazzari si racconta, e racconta le sue origini, traendo spunto da un momento reale della sua esistenza, nella forma di un vagabondaggio tra invenzione, autobiografia e memoria.In una dolorosa fase di transizione della sua vita, impegnata nel difficile compito di ricostruirsi dopo un grave lutto e una separazione, l’autrice, alle prese con la necessità di eliminare vecchie carte, ritrova un suo diario di scuola degli anni Settanta.L’autobiografia sarà presentata da Evelina Nazzari in dialogo con la giornalista Sara del Sal all’Antico Caffè San Marco, venerdì 31 maggio, dalle ore 18.00, ricordando che il diario ritrovato è stato proprio lo spunto dal quale si dipanano, nell’arco di due secoli, con frequenti ritorni al presente e lungo un percorso apparentemente erratico, ricordi personali e frammenti di storia di una famiglia cosmopolita che abbraccia l’Italia, la Francia, la Grecia e la Turchia. Il tutto condito da episodi della vita e della carriera del padre Amedeo e della madre Irene (anche lei attrice) e da riflessioni sull’adolescenza, la condizione umana, la prospettiva del declino.

Maxi sequestro di cocaina: inizia il processo in appello per cinque imputati
Dopo la maxi operazione antidroga

Maxi sequestro di cocaina: inizia il processo in appello per cinque imputati

Dopo la maxi operazione della guardia di finanza di Trieste, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, culminata nel sequestro di quattro tonnellate di cocaina nel 2022. La corte, presieduta dal giudice Paolo Alessio Vernì, ha sentito il Pm Leghissa e gli avvocati della difesa, fissando la prossima udienza, in cui probabilmente sarà emessa la sentenza, per l’8 luglio

Prima la rapina a San Giovanni, poi il furto in centro: quarantenne in manette
Una decina di giorni fa

Prima la rapina a San Giovanni, poi il furto in centro: quarantenne in manette

Si tratta di un kosovaro del 1982 che l'8 maggio aveva rapinato un soggetto, impossessandosi del portafogli e dei suoi documenti, mentre il giorno dopo nei pressi di via Scussa ha rubato quasi 400 euro in contanti a un ventinovenne serbo. Il ladro è stato arrestato in piazza dei Volontari giuliani

TriestePrima è in caricamento