menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Horti Tergestini al Parco di San Giovanni, mostra mercato di piante e arredi per il giardino

Torrenti: «Un momento di bellezza. In futuro dalla Regione nuovi mezzi per supportare gli organizzatori»

Una manifestazione di colori e di grande partecipazione popolare che simboleggia la creatività sociale del Parco di San Giovanni. Parco le cui aree, fino a ieri amministrate dalla Provincia, sono passate alla Regione e che in prospettiva potranno essere gestite dall'Ente regionale per il patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia (Erpac).
Questo il concetto espresso oggi a Trieste dall'assessore regionale alla Cultura, Gianni Torrenti, il quale è intervenuto
all'apertura della 12ª edizione di Horti Tergestini, mostra mercato di piante e arredi per il giardino con ben 112 espositori che terrà aperti i battenti fino a lunedì 17 aprile nel Parco di San Giovanni.

«Il Parco è diventato nel corso degli anni un modello di integrazione e di inclusione - ha sottolineato Torrenti - dove è possibile sperimentare approcci innovativi per risolvere i problemi della contemporaneità. In particolare quelli generati dal disagio e dal pessimismo diffusi in ampie fasce della nostra società e ai quali bisogna dare una risposta».
«Questo è un luogo dove sviluppare le nostre ambizioni più sane - ha detto ancora Torrenti - in considerazione anche dei
cambiamenti che stanno coinvolgendo il mondo del lavoro. Abbiamo davanti a noi una nuova complessità sociale, per fronteggiare la quale è necessario elaborare progetti, specialmente prendendo come esempio esperienze di posti come questo che, in passato, hanno saputo offrire soluzioni importanti a tante persone».

L'assessore poi ha disegnato il futuro del Parco nell'ottica del nuovo ruolo della Regione, che entra da protagonista negli assetti amministrativi e gestionali dell'area subentrando alla Provincia.
«In questa nuova architettura del Parco - ha spiegato Torrenti - l'obiettivo è quello di rendere gli spazi più comprensibili e usufruibili a tutti. A tal fine l'Amministrazione regionale è pronta a collaborare con L'Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste e il Comune».
Tornando alla manifestazione, dopo averla definita un «momento di bellezza», Torrenti ha affermato che proprio a seguito di questo impegno della Regione nella gestione del Parco, anche per Horti Tergestini si potrà disporre in futuro di nuovi mezzi per
supportare lo sforzo degli organizzatori
nella realizzazione di un evento di così grande successo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento