Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

Calcio, Cosolini e Serracchini d'accordo: no a Tavecchio come presidente alla FIGC

19.12 - Dopo la presidente della Regione, ecco anche il nostro primo cittadino esprimersi contro la candidatura dell'attuale presidente di Lega Dilettanti

Dopo il seccon "no" e le critiche di Debora Serracchiani a Carlo Tavecchio alla Presidenza della Federazione italiana giuoco calcio, arriva anche la rifelssione, anche questa contraria, del Sindaco di Trieste Roberto Cosolini (anche lui del Partito democratico che per voce del suo Segretario, e Premier, Matteo Renzi ha fatto chiaramente capire di ritenerlo quantomeno iappropriato).

La frase "razzista" in conferenza stampa, le sue scuse e spiegazioni - «Non sono razzista, mi sono spiegato male» ha dichiarato Tavecchio -, gli organi internazioni del calcio e dello sport in generale che hanno criticato e condannato la frase, dagli archivi è saltata un'altra gaffe questa volta contro le donne «handicappate» - appellativo riferito a come le donne in passato non si esprimessero al meglio nel gioco del calcio -... insomma la comunicazione non è il suo forte si potrebbe dire.

Tornando alla politicha, ecco la dichiarazioni dello scorso 26 luglio, la Presidente del Friuli Venezia Giulia e Vicesegretario del Pd, Debora Serracchiani: «Se lo sport ha da essere anche un mezzo per proporre modelli di comportamento allora chi usa espressioni di stampo razzista non può andare ai vertici di un organo importante e visibile come la Figc. Tavecchio ha fatto bene a scusarsi, ora faccia meglio e rinunci alla carica».

Mentre oggi è stato Cosolini ha pubblicare una sua riflessione, sempre contraria a Carlo Tavecchio: «Che un tipo come Tavecchio voglia andare avanti non mi stupisce ma che abbia un fronte così ampio di consenso ci dice quanto è grave la malattia del calcio italiano....».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Cosolini e Serracchini d'accordo: no a Tavecchio come presidente alla FIGC

TriestePrima è in caricamento