Carbone vegetale, perfetto alleato del benessere intestinale

Il carbone vegetale, detto anche carbone attivo, è una polvere finissima ottenuta per lavorazione del legname. La sua principale caratteristica è la porosità, dettaglio utile e che può servire al benessere del nostro organismo. Scopriamone di più

Il carbone vegetale, detto anche carbone attivo, è una polvere finissima ottenuta per lavorazione del legname e dei suoi cascami. Il legno viene sottoposto ad una combustione senza fiamma e il carbone ottenuto viene trattato per conferirgli una caratteristica principale, la porosità. Questa polvere viene molto utilizzata nel settore medico-farmaceutico, scopriamo perché.

I benefici del carbone vegetale

Il carbone vegetale trova ampia applicazione contro svariate problematiche come:

  • meteorismo;

  • aerofagia;

  • colite e fermentazioni a livello intestinale;

  • diarrea;

  • gastriti e iperacidità gastrica;

  • alitosi.

Il carbone vegetale è un ottimo alleto dell'intestino, infatti è utile nell'assorbire i gas a livello gastrico, nello stomaco e in tutto il tratto intestinale. Questo avviene grazie ai caratteristici pori prima citati, che hanno il potere di trattenere gas e altre sostanze al suo interno. Inoltre, contiene sali basici in grado di contrastare l’eccessiva acidità a livello dello stomaco.

Usi

Per quanto riguarda le problematiche di igiene orale, ad esempio, lavare i denti con polvere di carbone attivo può aiutare a mantenere una pulizia corretta e un colorito bianco dei denti. lnoltre, esso viene utilizzato anche come antitossico e in caso di avvelenamenti orali acuti, grazie alla sua capacità di ridurre l'assorbimento sistemico delle sostanze ingerite e adsorbire e trattenere gran parte dei veleni. La somministrazione di carbone vegetale, seguita da quella di un purgante salino per eliminare il complesso originatosi, rappresenta, per esempio, una classica strategia di intervento in caso di avvelenamento da funghi

Dove trovarlo

Il carbone vegetale è un prodotto di derivazione naturale, di conseguenza può essere reperito con facilità in erboristeria o in farmacia. In ogni caso, però, è consigliabile eseguire anche una visita medica in caso di problematiche gastrointestinali o di gonfiore addominale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • I contagiati salgono a 930, 54 decessi: il bollettino del FVG

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento