Frullatore ad immersione, guida all’acquisto per le vostre esigenze

In cucina è sempre più richiesto il frullatore a immersione rispetto al classico perché presenta diversi vantaggi. Scopriamo quali sono le differenze tra i due, i prezzi, i migliori materiali e accessori con la nostra guida all'acquisto

In cucina è sempre più richiesto il frullatore a immersione rispetto al classico, perché più versatile e con meno occupazione di spazio (senza considerare gli accessori esterni ovviamente). Solitamente quando comprate un frullatore a immersione avrete anche un bicchiere in dotazione, scegliere la giusta dimensione è importante senza dubbio, ma molto meno del caso del classico frullatore. Ecco i consigli per l’acquisto. 

Frullatore classico Vs Frullatore a immersione

Rispetto al frullatore classico quello a immersione ha anche il grosso vantaggio di poter essere smontato e quindi occupare meno spazio. Quelli con meno accessori hanno molto spesso anche una staffa da appendere al muro dove si può contenere sia il manico che l’asta. Se volete un modello con molti accessori verificate che questi siano lavabili in lavastoviglie, eviterete di perdere molto tempo a pulire i residui sulle lame o sulla frusta. Il frullatore da immersione, rispetto al frullatore classico, lo si può utilizzare in qualsiasi recipiente abbastanza largo da contenere l’asta metallica. 

Manico antiscivolo ed evitate i cavi troppo corti

Per quanto riguarda i materiali utilizzati cercate di dare una preferenza all’acciaio Inox, anche la plastica non è male ma evitate altri metalli che si arrugginiscono facilmente col tempo. La plastica deve essere robusta e resistente in modo tale da reggere gli urti accidentali che in cucina capitano. La lunghezza del cavo dipende dalla disposizione della cucina ma una cavo particolarmente corto non va mai bene. Il peso non è particolarmente importante, generalmente non superano mai il 1,5 kg. Quello che più conta invece sono le dimensioni, preferite un’asta lunga con cupola antischizzo a un’asta troppo corta. Il manico non deve essere troppo voluminoso.

Occhio alla potenza del motore

La potenza è molto importante anche se spesso troverete modelli con un wattaggio più basso che lavorano meglio, questo dipende da molti fattori ma sicuramente un numero alto di Watt aiuta il motore a non surriscaldarsi. 400 Watt sono il minimo indispensabile per quei frullatori a immersione che hanno molte funzioni. 

Mixer

La differenza maggiore fra i classici frullatori e quelli più moderni è che quest’ultimi possono divenire dei veri e propri mixer. In poche parole con un unico corpo macchina e vari accessori potete fare il lavoro di tanti elettrodomestici diversi, ovviamente il costo però è molto più alto dei frullatori a immersioni di base. 

Aggancio e sgancio

La maggior parte dei modelli commerciali presenta un gambo separabile, pratico per le operazioni di pulizia. I modelli semiprofessionali o professionali, invece, hanno di solito un design con gambo fisso e un corpo macchina completamente impermeabilizzato. Se si sceglie un modello con gambo separabile, è importante valutare la solidità del sistema di aggancio e sgancio, tenendo conto di alcune caratteristiche di diversi sistemiche potrete incontrare:

  • sganciamento a tasto singolo: in questi modelli il gambo si aggancia a pressione e si sgancia premendo un tasto apposito. Può essere fragile se gli elementi bloccanti sono in plastica morbida e se il tasto presenta una molla.

  • Sganciamento a tasto doppio: in questo caso il gambo si aggancia sempre a pressione e si sgancia attraverso la pressione simultanea di due tasti. Anche qui entra in gioco il fattore fragilità.

  • Avvitamento: il gambo si aggancia e sgancia avvitandolo al corpo motore. È il più solido dei tre sistemi, poiché non presenta parti mobili con possibili rotture. 

Maneggevolezza e praticità

Se userete il frullatore spesso e per periodi anche prolungati, scegliete un modello abbastanza leggero, intorno ai 900 g, dotato di una buona impugnatura ergonomica con un ampio rivestimento antiscivolo, un tasto di attivazione ampio e morbido, facile da premere, e con un motore relativamente silenzioso e che emetta vibrazioni contenute.

Accessori

Il pacchetto accessori, fornito in dotazione, è in grado di rendere il vostro frullatore versatile e adatto ad una gamma di usi più o meno vasta. La maggior parte dei frullatori ad immersione sono dotati di almeno un accessorio. Vediamo quali sono i più diffusi:

  • bicchiere graduato: il bicchiere graduato in plastica trasparente ha una capacità che può andare dai 500 ml a 1 l e, in alcuni casi, viene fornito anche con un coperchio, utile per riporre liquidi o preparati in frigorifero.

  • Tritatutto: in plastica può andare da una capacità di 250 ml a 500 ml e ha un coperchio che permette l’aggancio del corpo motore del frullatore.

  • Frusta sbattitore: nella maggior parte dei casi si stratta di una singola frusta a filo in acciaio inox da agganciare al corpo motore al posto della barra ad immersione. Alcuni rari modelli prevedono, invece, un attacco adattatore a cui è possibile agganciare due fruste analoghe a quelle di uno sbattitore elettrico vero e proprio.

Il prezzo

Il ventaglio dei prezzi è piuttosto ampio, e va dai 20 € circa fino a oltre 200 € per i prodotti di più alta gamma, quelli di qualità professionale. Tipicamente, ai prezzi inferiori corrispondono frullatori privi di accessori, al di là del bicchiere graduato, con gambo ad immersione in plastica e una potenza di 400 W o meno. All’opposto, superando i 100-150 € si trovano prodotti ricchi di accessori, con gambo in acciaio inox, tante impostazioni di potenza e un wattaggio elevato, sopra i 600 W. 

Consigli prima dell’acquisto

Ricapitolando, prima di comprare il vostro frullatore, ecco alcuni consigli:

  • per modelli con pochi accessori una staffa a muro migliora l’organizzazione del lavoro e dello spazio;

  • controllate che gli accessori siano in acciaio inox o plastica, quindi lavabili in lavastoviglie;

  • il manico non deve essere troppo voluminoso, quindi ergonomico e con presa antiscivolo;

  • l’asta da immersione è meglio lunga e con cupola antischizzo;

  • buona potenza del motore, almeno 400 watt per i modelli con molti accessori.

Dove acquistarli a Trieste

  • Unieuro City (Via Matteo Renati Imbriani, 8)

  • MediaWorld (Via Italo Svevo, 14)

  • Unieuro (Via Giulia, 75/3)

  • Smeg (Via Carducci, 9)

  • Albanese Elettrodomestici (Via delle Settefontane, 40/b)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Disincrostare le teglie da forno, i trucchi per una pulizia veloce e senza fatica

  • Dieci usi del limone che ci aiuteranno in casa

  • L’aceto, mille usi per la pulizia e la bellezza

  • Caraffe filtranti, falsi miti e verità da conoscere

  • Decorazioni autunnali, come arredare casa con un trend attuale

Torna su
TriestePrima è in caricamento