Eventi Muggia - San Dorligo

Le Nagane Mujesane battono i Maiden 8 a 7

A due anni di distanza dalla "storica" partita, il gruppo britannico e un gruppo di amici si sono dati appuntamento per la rivincita

La lettera 

L’associazione mentale Iron Maiden – Nagane Mujesane da due anni a questa parte risuona più che familiare a Trieste e non solo, tanto che da quando si sono sparse le prime voci di un possibile ritorno del gruppo in piazza Unità, i più affezionati della band britannica hanno iniziato a tentare gli approcci più bizzarri con la squadra muggesana. Lusinghe di ogni tipo, ma anche preghiere piene di pathos per cercare di avvicinare i giocatori della città istroveneta nella speranza di riuscire ad incontrare, così, l’amata band capitana da Bruce Dickinson.

La partita nel 2016

Era il 25 luglio 2016, infatti, quando, nel totale riservo, il campo del Domio aveva ospitato una segretissima amichevole tra Nagane Muiesanee Iron Maiden: approfittando del day off del tour dopo la tappa romana, la formazione del gruppo britannico era scesa in campo tra l’incredulità generale della squadra muggesanache vedeva realizzarsi uno di quei sogni che si credono impossibili. “È successo davvero?!!” chiedeva in loop, quel giorno, Fabiano Scandurra, arbitro per l’occasione e presidente della squadra di calcio amatoriale che milita nella serie B del Torneo Città di Trieste. Ed è successo di nuovo! “Squadra che vince non si cambia” ricorda un vecchio detto. Ed anche se i novanta minuti del 2016 si erano conclusi con un pareggio finale (5 a 5 ndr), sembra appurato che il gemellaggio calcistico sia vincente agli occhi della formazione britannica che è di nuovo scesa in campo per sbloccare il risultato. Un’esperienza indimenticabile che la Nagana storica Marco Kerin è riuscita a regalare ai suoi amici e compagni di squadra per ben due volte.

L'incontro nel 1998

“Ho conosciuto Steve nel ‘98 nell’Essex e da allora siamo sempre rimasti in contatto” racconta il triestino che, ben noto in ambiente calcistico oltre che musicale come bassista, vive già da anni in UK con la moglie – anche lei triestina- Anna Rizzi, cantante conosciuta in Italia e sempre più apprezzata a livello internazionale. “Li seguo da sempre ed avere la fortuna di stringere un’amicizia coi propri idoli è un sogno per chiunque! Per questo avrei sempre voluto poter condividere anche con i miei amici questa fortuna e finalmente due anni fa si èpresentata l’occasione!”.

La rivincita

Stesse squadre, stesso campo, dunque, per una partita tirata ma estremamente corretta. Accanto a Steve Harris, che si ricorda aver militato nelle giovanili del West Ham, in campo nello stesso ruolo di centrocampista anche il figlio George Harris, in tour col gruppo The Raven Age in apertura ai concerti. Ad affiancarli, oltre a Dan Wright e Jai Patel - sempre dei The Raven Age- anche Adrian Smith, chitarrista degli Iron. "È il mio idolo da sempre!" ha continuato a ripetere un entusiasta Max Civita, autore peraltro di uno dei goal della vittoria. 8-7 per le Nagane Muiesane il risultato finale, infatti, di una partita che ha visto segnare anche Steve Harris, che ha giocato con grinta e capacità tutti i 90 minuti di una partita che resterà nel ricordo di molti a Trieste. "Certe cose capitano solo una volta nella vita...a noi due! Cosa si può volere di più?!" ha concluso, un provato ma entusiasta Marco Giovannini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Nagane Mujesane battono i Maiden 8 a 7

TriestePrima è in caricamento