Eventi

I memorial Betta Delfabro, sabato al Palasport di Aquilinia evento dedicato al basket femminile

Bambine, professioniste e vecchie glorie in campo insieme per ricordare un'importante figura del grande basket femminile triestino

Sabato 24 settembre dalle ore 15:00 alle 20:30 al Palasport di Aquilinia: una giornata dedicata al basket femminile triestino, che rivive una delle sue pagine più esaltanti e ricorda una figura che tanto ha fatto per sostenerlo. Giovanili, serie B e vecchie glorie in campo per Betta Delfabro.

Il via alle ore 15:00 con le bambine di Interclub e Servolana, a seguire alle ore 17:00 la serie B con OMA e SGT, in una sfida importante che anticipa di pochi giorni l’inizio del campionato. Dopo il momento dedicato al ricordo di Betta, alle 19:30 scenderanno in campo le sue compagne di squadra, “signore” che hanno fatto la storia del basket a Trieste.

Betta Delfabro è scomparsa 3 anni fa a soli 51 anni: giocatrice, giornalista, allenatrice e compagna che ha contribuito a scrivere alcune delle pagine d’oro del basket femminile a Trieste, quello che negli anni 80 con la Ginnastica Triestina portava a Chiarbola 3000 spettatori.

Dopo aver giocato con la SGT in serie A, Betta ha indossato la maglia del Interclub Muggia e del Principe St. John con la quale, nella stagione 1988-89, si è guadagnata  la promozione in serie A2.

Betta aveva inoltre il patentino di allenatrice e aveva lavorato come cronista sportiva per Tele4.

Un volto sempre sorridente, una donna di squadra vincente, di quelle che tutti gli allenatori vorrebbero per tenere unito lo spogliatoio e per cementare il team.

Anche con la sua scomparsa Betta ha saputo riunire attorno al suo ricordo le giocatrici che in SGT, Interclub e St. John hanno avuto il privilegio di condividere con lei lo spogliatoio.

Nomi da serie A e da nazionale (Sabrina Colomban, Carol Meucci, Graziella Biasi, Viviana Battaglia, per citarne solo alcuni tra le decine che hanno aderito), hanno voluto dar vita al primo Memorial Betta Delfabro, che riunirà sabato ad Aquilina appassionati, giocatrici, allenatori, giornalisti, arbitri e amici del basket.

“Il Comitato Organizzatore è nato in maniera completamente spontanea ed è assolutamente volontario” spiega Viviana Battaglia “senza legami con alcuna società. L’unico legame è l’affetto per Betta e l’amore per il basket”.

Un piccolo miracolo che ha potato all’organizzazione del Memorial e non solo.

“Sarà un’occasione per testimoniare come lo sport anche a distanza di tanti anni crei legami che non si spezzano, al di là di divise e rivalità”  continua Carol Meucci “Per quest'occasione molte di noi hanno indossato di nuovo scarpe e canottiera dopo 20 anni.  Anzi, grazie a Betta, ci siamo ritrovate e abbiamo ricominciato ad allenarci insieme con continuità”.

“E questo è solo l’inizio” chiude Graziella Biasi “Siamo già al lavoro per costruire il Memorial del prossimo anno, un’edizione molto più strutturata, su più giornate, in cui coinvolgeremo più squadre. Vogliamo dare continuità a questo evento, lo dobbiamo a Betta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I memorial Betta Delfabro, sabato al Palasport di Aquilinia evento dedicato al basket femminile

TriestePrima è in caricamento