rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cultura

"Progetto musei", l'iniziativa che promuove la cultura tedesca nelle scuole

Iniziativa che coinvolge gli studenti del Liceo "F. Petrarca" e promossa dal DeutschZentrum Triest, l’associazione italo-tedesca e partner culturale del Goethe-Institut, nell’ambito di una partnership con i Musei Civici

È stato presentato questa mattina al Museo Sartorio di Trieste il “Progetto Musei”, iniziativa che coinvolge gli studenti del Liceo "F. Petrarca" e promossa dal DeutschZentrum Triest, l’associazione italo-tedesca e partner culturale del Goethe-Institut, nell’ambito di una partnership con i Musei Civici di Trieste. Le attività, iniziate ieri giovedì 17 marzo, vedono protagonisti gli alunni della classe 5 F del Liceo Linguistico, fino al 20 marzo 2022 in una serie di esperienze formative che permetteranno loro di sviluppare competenze linguistiche nell’ambito di un lavoro di traduzione e di acquisire conoscenze relative alla comunicazione museale. Il progetto, realizzato grazie al contributo del Goethe-Institut, si fa promotore del legame indissolubile tra cultura e turismo ed è stato avviato con l'obiettivo di fungere da ponte tra più mondi. La partnership infatti, oltre a promuovere la lingua tedesca, si prefigge di avvicinare realtà culturali diverse come i musei e le scuole attraverso la realizzazione di un prodotto fruibile e utile sotto vari aspetti.

"Progetto Musei" si colloca nella cornice dell’Alternanza scuola-lavoro e prevede la traduzione in lingua tedesca di didascalie e pannelli informativi dei musei cittadini - a partire dal Museo Sartorio - da parte degli studenti del liceo "Petrarca", guidati dalla tutor interna prof.ssa Alessandra Ticini. Il lavoro di traduzione avviene sotto la supervisione delle docenti di tedesco e con il prezioso supporto della Conservatrice del Museo Sartorio, dott.ssa Lorenza Resciniti. In questa edizione sperimentale il lavoro degli studenti prevede la traduzione dei pannelli della sala d’ingresso del Museo Sartorio e la realizzazione di ulteriori prodotti multimediali legati a questa esperienza.

Come hanno dichiarato le responsabili del progetto per il DeutschZentrum Triest, prof.sse Serena Burger e Adriana Sulli: "L'idea è nata con l’obiettivo che l'impegno degli studenti si traduca in un’esperienza culturale e in un prodotto concreto prezioso non solo per la loro formazione ma anche per la città stessa". Il Goethe-Institut Italia considera importante promuovere questo progetto. Marvin Schnell, responsabile del Goethe-Institut a Roma per il coordinamento della grande rete di associazioni culturali italo-tedesche in Italia, sottolinea: "Questa iniziativa riunisce conoscitori d'arte e possibili appassionati d'arte di una generazione più giovane.

Il progetto coinvolge i giovani che, con l'applicazione concreta delle loro conoscenze della lingua tedesca, danno un contributo sostenibile che va a beneficio del bene comune, i futuri visitatori del museo di lingua tedesca". L'impatto del progetto vuole essere dunque multifunzionale perché da un lato promuove attività di formazione rivolte ai giovani per avvicinarli al mondo del lavoro e attività che possano essere utili alla loro crescita personale, dall'altro sarà un punto di forza per le strutture museali della città di Trieste che potranno usufruire del prodotto finale per agevolare i turisti di lingua tedesca, da sempre molto numerosi a Trieste. L'assessore alla Cultura del Comune di Trieste Giorgio Rossi ha dichiarato l'importanza dell'iniziativa: "È bello vedere realizzate iniziative come questa che arricchiscono reciprocamente la città di Trieste e i suoi giovani cittadini.

Sono veramente numerosi i turisti di lingua tedesca che vengono a visitare il Museo Sartorio e l'idea di poter usufruire di queste traduzioni è senz'altro di grande utilità. Se a questo aggiungiamo il valore sperimentale dell'operazione che vede questi giovani studenti coinvolti in prima linea, il risultato è senza dubbio ancora più prezioso. Nuovi stimoli e nuove sfide dunque per questi ragazzi che sono certo daranno loro grandi soddisfazioni. A nome del Comune di Trieste ringrazio il DeutschZentrum e il Goethe-Institut per aver avviato a Trieste un progetto così interessante, con l'augurio che si possa pensare ad altre edizioni che coinvolgano anche le altre realtà museali cittadine". Cesira Militello, dirigente del Liceo Petrarca, punta l’attenzione sull’utilità della collaborazione scuola-musei: “I Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, ex alternanza scuola-lavoro, consentono di mettere a disposizione della comunità le competenze che i ragazzi acquisiscono a scuola: ecco che la conoscenza della lingua e della cultura tedesca degli studenti del Liceo Petrarca, scuola PASCH da sempre legata al Goethe- Institut, diventa strumento utile e concreto con la traduzione dei pannelli che spiegano le opere d’arte e ne consentono la piena comprensione. Una collaborazione di grande valore culturale che potrà trovare applicazione anche in altri contesti museali.”

PASCH è un'iniziativa del Ministero Federale degli Esteri della Germania, in collaborazione con l'Agenzia Centrale per le Scuole all'Estero (ZfA), il Goethe-Institut, il Servizio Tedesco di Scambio Accademico (DAAD) e il Servizio di Scambio Pedagogico (PAD) della Segreteria della Conferenza Permanente dei Ministri dell'Educazione e degli Affari Culturali della Repubblica Federale di Germania. L'iniziativa mette in rete più di 2.000 scuole in tutto il mondo dove il tedesco è una materia particolarmente importante. Il Liceo Petrarca fa parte della rete PASCH dal 2008, ha rappresentato l'Italia nel progetto di partecipazione sovraregionale recentemente completato "You(th) can impact” ed è attualmente attivo nel nuovo progetto "Insegnante per un giorno - peer to peer education", per permettere agli alunni delle Scuole superiori di ispirare gli alunni delle Scuole medie per il tedesco con le loro lezioni di prova.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Progetto musei", l'iniziativa che promuove la cultura tedesca nelle scuole

TriestePrima è in caricamento