Agricoltura: Zannier, maggior sostegno all'innovazione nel Psr

Basiliano (Ud), 2 mar - "Nella futura programmazione del Programma di sviluppo rurale (Psr) l'innovazione dovrà essere sostenuta in misura maggiore rispetto a quanto fatto fino ad oggi perché è un elemento fondamentale per garantire la sostenibilità sia economica sia ambientale del comparto".

Lo ha affermato l'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, forestali e ittiche, Stefano Zannier, oggi a Basiliano a margine del convegno su 'Agricoltura 4.0', inserito all'interno della due giorni a porte aperte organizzata dal Consorzio Agrario del Friuli Venezia Giulia che il prossimo 30 marzo festeggerà 100 anni.

"L'agricoltura 4.0 guarda con attenzione all'interazione con le nuove tecnologie per abbracciare le sfide del futuro: senza innovazione è difficile riuscire ad essere competitivi" ha rimarcato Zannier evidenziando come innovare significhi anche "maggior sicurezza personale e salvaguardia dell'ambiente".

"L'agricoltura della meccanizzazione e dell'innovazione, grazie alle tecnologie disponibili, consente di ottenere risultati che, diversamente, sarebbero difficilmente raggiungibili" ha precisato l'assessore.

"La Regione considera rilevante questo comparto, non solo per la componente economica, ma anche per la gestione dell'ambiente perché senza la pratica agricola avremmo territori non governati - ha aggiunto l'esponente della Giunta -. Il sistema agricolo del Friuli Venezia Giulia, inoltre, è caratterizzato da fattori storici e culturali molto radicati nella società. L'attività nel tempo è cambiata ma è necessario proseguire a sostenerne lo sviluppo per portare avanti la vocazione agricola del nostro territorio".

Zannier ha ricordato, inoltre, come la Regione sostiene e promuove la realizzazione di nuovi interventi in agricoltura sia attraverso il Fondo di rotazione regionale per interventi nel settore agricolo, istituito con legge regionale n. 80 del 1982, sia con contributi pubblici a fondo perduto.

"Nello specifico, gli investimenti in infrastrutturazione delle aziende e dei macchinari - ha informato l'esponente della Giunta - hanno trovato spazio in alcuni bandi legati al Psr, ora scaduti, ma riusciremo ad aprirne altri nei limiti di una programmazione che si sta avviando a conclusione, per poter dare sostegno al comparto".

Per Zannier, infine, i 100 anni del Consorzio rappresentano un percorso di successo all'interno di un settore che "nonostante le difficoltà è capace di trovare sempre nuovi stimoli per crescere". ARC/LP/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Patrimonio: Callari, immobili Regione supporteranno Gorizia 2025

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Autonomie locali: Roberti a Governo, urgente sblocco concorsi

  • Salute: Riccardi, potenziare servizi autismo è atto di normalità

  • Università: Rosolen, circa 450mila euro per studenti in affitto 2020

Torna su
TriestePrima è in caricamento