AMBIENTE: VITO, NO RISCHIO IDROGEOLOGICO SUL RIO BARQUET A VITO D'ASIO

Trieste, 30 set - "La documentazione progettuale presentata in sede di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) non ha evidenziato problematiche in merito a eventuali fenomeni franosi". È quanto contenuto nella risposta dell'assessore regionale all'Ambiente e all'Energia del Friuli Venezia Giulia Sara Vito all'interrogazione presentata dal consigliere Cristian Sergo in merito a uno smottamento della strada in prossimità del cantiere della nuova centralina sul Rio Barquet in comune di Vito d'Asio.

"Nello studio di impatto ambientale - ha proseguito l'assessore - si afferma che dall'analisi della morfologia delle pendici che sovrastano le aree oggetto di studio e dallo sviluppo topografico delle stesse si possono escludere che siano soggetti a fenomeni geostatici di tipo gravitativo (caduta massi), franoso e di colate detritiche", prevedendo inoltre che "l'esecuzione di scavi e di movimento terra saranno eseguiti senza compromettere l'equilibrio geostatico del versante".

Nel corso della procedura di VIA, avviata a luglio 2009, ha aggiunto Vito, "sono stati chiesti i pareri, tra gli altri, al Comune di Vito d'Asio, all'Ispettorato agricoltura e foreste di Pordenone e al servizio Geologico della Regione. Da questi enti e uffici non è pervenuta al servizio Valutazioni ambientali della Regione alcuna segnalazione di problematiche in ordine al rischio idrogeologico".

Il progetto inoltre, ha spiegato l'assessore, è stato oggetto di autorizzazione unica, conclusa a ottobre del 2012 che contiene alcune prescrizioni dell'Ispettorato agricoltura e foreste di Pordenone. "Pertanto l'Ispettorato ha a suo tempo esaminato e preso in considerazione gli aspetti relativi al dissesto idrogeologico" ha concluso Vito.

ARC/RU



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Pnrr: Rosolen, così cambiano scuola, formazione e lavoro post Covid

  • Finanze: Zilli, investimento Friulia in Bic è strategico e crea volano

  • Friulano: Roberti, pressing su Governo per più friulano in Rai

  • Lavoro: Rosolen, domicilio fiscale per modulare incentivi assunzioni

  • Corpo forestale regionale: Zannier, ddl 130 è caposaldo normativo

  • Turismo: Bini, favorire attrattività camper crea valore aggiunto

Torna su
TriestePrima è in caricamento