Domenica, 13 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

AMBIENTE: VITO, VIA LIBERA AL PROGETTO PER AREA CORMONESE

Cormons, 7 settembre - È stata presentata oggi nella sede del Municipio di Cormons l'indagine conoscitiva sul Progetto di miglioramento del deflusso delle acque nel torrente Versa. Si tratta di un intervento di manutenzione straordinaria che prevede uno stanziamento regionale di 300.000,00 euro che consentirà la messa in sicurezza del rio Bisinta e del rio Cormons sul territorio comunale cormonese per l'intero tracciato che comprende l'area della località Boatina, Pradis fino alla zona del Faet.

"È stata effettuata un'analisi puntuale della situazione, attraverso un esame attento delle criticità presenti sul territorio oggetto di indagine, affiancata dalle proposte progettuali migliorative" ha osservato l'assessore regionale all'Ambiente del Friuli Venezia Giulia Sara Vito, presente all'incontro assieme al sindaco di Cormons Luciano Patat, ai tecnici e al presidente del Consorzio Enzo Lorenzon. "Indagine conoscitiva, realizzata dal Consorzio di Bonifica Pianura Isontina, elaborata con grande scrupolo e attenzione. La Regione si è presa questo impegno e lo sta portando avanti con la collaborazione dell'Amministrazione comunale e con le competenze tecniche del Consorzio di Bonifica, importante braccio operativo" ha aggiunto Vito.

Un buon esempio di attività preventiva secondo l'assessore "perché consente, attraverso una conoscenza profonda dei problemi, di affrontare le situazioni critiche in modo risolutivo senza interventi spot ". L'assessore, consapevole dell'importanza per la comunità dell'intervento di manutenzione straordinaria, ha voluto ribadire la sua attenzione al Progetto. "Mi prendo l'impegno di mettere delle risorse aggiuntive - ha assicurato - per permettere che esso venga realizzato in tutta la sua articolazione".

Ha espresso soddisfazione anche il sindaco di Cormons certo che "grazie all'intervento immediato dell'assessore Vito e con il coinvolgimento del Consorzio, si potranno porre in essere soluzioni definitive a un problema molto sentito dalla comunità". Un'operazione significativa, sempre secondo il sindaco, non solo perché risponde in modo definitivo ai disagi dei cittadini dovuti a ogni episodio di esondazione ma anche perché l'intervento riguarda un'area, quella del Faet, di interesse paesaggistico e turistico di rilevo.

Sono stati i professionisti dell'ufficio tecnico consortile a spiegare nel dettaglio il Progetto che prevede la manutenzione dell'intero tratto del canale di scolo con il ripristino di un'adeguata sezione mediante sfalcio, decespugliamento e risezionamento sui rami Sud, Est e Ovest del Bisinta. Saranno effettuati lavori di miglioramento e adeguamento del manufatto di scarico nel torrente Versa e di pulizia del canale nella zona golenare.

Grazie a queste operazioni, come hanno precisato i tecnici, sarà possibile manutenere l'area con la solo manutenzione ordinaria del rio Bisinta e dei suoi affluenti (due interventi di sfalcio all'anno): circa 6 km di canali e oltre 42.000 metri quadrati di superficie da sfalciare.

L'avvio del cantiere è previsto entro la fine del 2017 come ha dichiarato il presidente del Consorzio. "A breve - ha spiegato - adotteremo il Progetto definitivo ed entro la fine del 2017 potremo iniziare i lavori; è un impegno che ci assumiamo e che manterremo".

Il Progetto preliminare e il cronoprogramma verranno presentati alla comunità prima della fine dell'anno, come ha informato Vito, evidenziando la volontà di fornire ai cittadini tutti i chiarimenti che saranno necessari e raccogliere i loro contributi.

ARC/LP/fc



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AMBIENTE: VITO, VIA LIBERA AL PROGETTO PER AREA CORMONESE

TriestePrima è in caricamento