ARTIGIANATO: LE FATTURE SI POTRANNO PAGARE ANCHE CON CARTA DI CREDITO

Trieste, 6 feb - La carta di credito entra nell'elenco dei metodi di pagamento consentiti per i documenti di spesa. Lo ha deciso la Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia che, su proposta del vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello, ha modificato il Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi e finanziamenti a favore del Settore artigiano.

In particolare è stato integrato l'articolo 17 relativo alle modalità di rendicontazione della spesa, in analogia con quanto già fatto con le modifiche al Regolamento sull'Elettrodomestico. Se fino a ora i metodi di pagamento possibili erano i bonifici, le ricevute bancarie, i vaglia e i bollettini postali, a questi, si aggiunge ora anche la carta di credito. Questa, comunque, dovrà essere collegata a un conto corrente bancario o postale appartenente all'impresa.

Inoltre, l'ufficio competente valuterà l'ammissibilità dei pagamenti privi degli estremi della fattura a condizione che l'impresa produca una valida documentazione a supporto della spesa. Le nuove disposizioni, che erano state richieste anche dalle Associazioni degli artigiani più rappresentative, entreranno in vigore già dal giorno successivo alla pubblicazione della delibera sul Bollettino Ufficiale della Regione (BUR).

ARC/PV/PPD



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Cultura: Gibelli, con Legno Vivo nuovi percorsi formazione artigiani

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Istruzione: Rosolen, nuovo corso specializzazione settore dell'arredo

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

Torna su
TriestePrima è in caricamento