Att. produttive: Bini, quello di domani non sarà un "click day"

L'assessore: "Copriremo tutte le domande di contributo"

Trieste, 9 giu - "Come ribadito più volte, anche in sede di Commissione, domani si apre la finestra per l'invio delle domande riguardanti la concessione di contributi a ristoro dei danni causati dall'emergenza Covid-19 a sostegno delle strutture ricettive turistiche, commerciali e artigianali e dei servizi alla persona. Pertanto quello di domani non sarà un click day, ma l'inizio di un arco temporale per presentare le istanze, periodo che si chiuderà il 26 giugno, dando così tutto il tempo agli aventi i requisiti di inoltrare la propria domanda".

Lo ribadisce l'assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini, rendendo anche noto che a seguito di un confronto con il governatore Massimiliano Fedriga, la Giunta ha deciso che "verrà data copertura a tutte le domande che saranno pervenute da parte degli aventi diritto".

"Voglio tranquillizzare tutti i potenziali beneficiari: la platea è stata calcolata con un lavoro accurato della Direzione e le risorse, 34 milioni, ben calibrate in base alla sua consistenza. Comunque - assicura Bini - garantiamo oggi che tutti coloro che sono in possesso dei requisiti stabiliti dal bando e che avranno inviato regolare domanda, nell'arco temporale che si aprirà domani e si chiuderà il 26, riceveranno il contributo. Non sarà quindi necessario accalcarsi domani a inviare la domanda, intasando i sistemi informatici: ci sarà tutto il tempo fino al 26 giugno", conclude l'assessore. ARC/EP/al



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Turismo: Bini, Pordenone Calcio a Lignano aumenterà attrattività

  • Covid: Riccardi, piano pandemico Asugi rafforza ospedali e territorio

  • Agroalimentare: Zannier, a Caseus Veneti protagonisti i caprini Fvg

  • Ict: Callari, senza regole intelligenza artificiale genera ingiustizie

  • Covid: Riccardi, piano Asufc con ospedale e territorio per fase 2

  • Cultura: Gibelli, Festival giornalismo aperto a confronto opinioni

Torna su
TriestePrima è in caricamento