Bilancio: misure e interventi rafforzati con ulteriori 10 mln di euro



Trieste, 29 lug - Anche il Friuli Venezia Giulia sta subendo gli effetti della grande frattura tra prima e dopo il Covid-19, che ha avuto ricadute economiche evidenti. Per far fronte a questa situazione la Regione ha iniziato a costruire l'assestamento e, parallelamente, ha avviato una complessa trattativa con il Governo, grazie alla quale sono stati ottenuti 538 milioni di euro a compensazione del minor gettito fiscale per la regione dovuto al calo del Prodotto interno lordo. Oggi è necessario gettare le basi per realizzare una nuova Regione post Coronavirus; quindi alle proposte di alcuni esponenti del Governo di realizzare una fiscalità di vantaggio ristretta alle sole regioni del Sud, il Friuli Venezia Giulia risponde inserendo in assestamento misure a sostegno del lavoro, della famiglia, delle imprese e anche dell'agricoltura. Provvedimenti che vengono rafforzati stanziando, tramite un apposito emendamento, ulteriori 10 milioni di euro che si sommano ai 30 già inseriti nella prima stesura del disegno di legge.

È questo, in sintesi, il concetto espresso dall'assessore regionale al Bilancio durante la discussione in Consiglio regionale sull'assestamento del bilancio della Regione.

L'esponente della Giunta ha rimarcato come, solo sul fronte sanitario, la Regione abbia avanzato allo Stato richieste per le spese sostenute al fine di contrastare il Coronavirus per 68 milioni di euro, cifra che non è stata ancora rifusa. Analogamente l'assessore ha evidenziato la mancanza da parte del Governo di un'agenda per la scuola e l'edilizia scolastica; non è possibile che in questa situazione la Regione, la quale - compiendo uno sforzo - ha previsto un ulteriore stanziamento di 4 milioni per la sanificazione degli impianti sportivi, si faccia carico di tutti gli interventi necessari a garantire il distanziamento sociale. Nonostante le proiezioni finanziarie evidenzino un saldo negativo di 300 milioni di euro a causa della contrazione del gettito, per la Regione è fondamentale non fermare la propria attività e le iniziative a beneficio dei cittadini, continuando a guardare al futuro per rendere il Friuli Venezia Giulia competitivo e appetibile alle imprese e investitori. ARC/MA/al



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Turismo: Bini, Pordenone Calcio a Lignano aumenterà attrattività

  • Prot. civile: Riccardi, orgogliosi per aiuto comunità Castelsantangelo

  • Covid: Riccardi, piano pandemico Asugi rafforza ospedali e territorio

  • Ambiente: Scoccimarro, lavoriamo per una regione sempre più verde

  • Montagna: Zilli, proposte sostenibili del territorio per rilancio

  • Agroalimentare: Zannier, a Caseus Veneti protagonisti i caprini Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento