Coronavirus: Zilli, ddl urgente rafforza Fondo di riserva con 20 mln

Nel ddl anche norme su corregionali estero e lingue minoritarie

Trieste, 17 apr - "Un disegno di legge urgente con norme tecnico-contabili studiate per riequilibrare le risorse del Fondo regionale di riserva per le spese impreviste e poter far fronte con immediatezza alle ulteriori necessità ed esigenze legate all'emergenza epidemiologica in Friuli Venezia Giulia che la Protezione civile è chiamata quotidianamente a fronteggiare".

Lo ha affermato l'assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli a margine dell'approvazione da parte della Giunta del provvedimento "che, oltre ad aumentare la disponibilità del Fondo con uno stanziamento di 20 milioni di euro- ha aggiunto l'assessore -, interviene con una serie di disposizioni indifferibili in materia di corregionali all'estero e lingue minoritarie".

Attingendo al Fondo di riserva, con due distinte delibere una delle quali in approvazione nell'odierna seduta dell'Esecutivo, la Giunta regionale ha già trasferito dieci milioni di euro al Fondo per la Protezione civile Fvg: "Il riequilibro adottato - ha spiegato Barbara Zilli - ci permetterà di essere pronti a coprire ogni ulteriore nuova necessità per garantire la tutela della salute pubblica".

Il disegno di legge stabilisce anche il riparto del Fondo per i corregionali all'estero e per i rimpatriati (1.418.800 euro) che, oltre a finanziare progetti e attività degli enti, associazioni e istituzioni presentati anche in forma integrata, stanzia risorse per il corso Origini organizzato dal Mib di Trieste, il corso Valori identitari e imprenditorialità curato dall'Università di Udine e il corso Studiare in Friuli, organizzato dal convitto nazionale Paolo Diacono di Cividale del Friuli, tutte iniziative dedicate ai giovani discendenti di corregionali emigrati all'estero e che offrono loro l'opportunità di venire a studiare in Friuli Venezia Giulia.

Con le norme contenute nel ddl, slittano infine di un anno i termini per la presentazione delle domande legate alla realizzazione di programmi ed eventi organizzati dalla minoranza linguistica slovena che dal 31 dicembre 2020 vengono fissati al 31 dicembre 2021. ARC/CCA/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento