Domenica, 1 Agosto 2021
Notizie dalla giunta

Crisi banche venete: Bolzonello, modifiche regolamento risorse Confidi

Trieste, 17 novembre - La Giunta regionale, su proposta del vicepresidente Sergio Bolzonello, ha approvato modifiche al regolamento sull'assegnazione di risorse ai Confidi per la concessione di garanzie alle imprese regionali coinvolte nella crisi di Veneto Banca spa e di Banca Popolare di Vicenza spa.

Il regolamento era stato disposto con decreto del presidente della Regione 29 novembre 2016, n. 233. Grazie a tali modifiche, le risorse pari a 2 milioni di euro assegnate ai Confidi potranno essere a favore di un più ampio spettro di imprese.

Finora le disponibilità finanziarie potevano, infatti, essere utilizzate dai Confidi attivi in Regione per la concessione di garanzie agevolate a favore delle imprese che risultavano intestatarie di azioni o di obbligazioni di Veneto Banca spa e di Banca Popolare di Vicenza spa, rispettivamente, al 2 dicembre 2015 e al 16 febbraio 2016, date fissate sulla base delle decisioni dei relativi Consigli di amministrazione che hanno deliberato la svalutazione del valore dei titoli e il blocco del rimborso del rimborso delle azioni. Grazie alla modifica approvata oggi, sarà consentito l'accesso alle garanzie da concedere a valere sulle risorse straordinarie assegnate ai Confidi non più soltanto alle imprese regionali titolari di azioni o obbligazioni al momento del manifestarsi della crisi bancaria dei due istituti veneti, ma anche a quelle che, pur non essendo in possesso diretto di azioni e obbligazioni, risultavano parti di rapporti di finanziamento con Veneto Banca spa e con Banca Popolare di Vicenza spa, rispettivamente alla data del 2 dicembre 2015 e alla data del 16 febbraio 2016, e il cui titolare, nel caso di impresa individuale, ovvero i cui soci (anche solo uno dei soci), nel caso di società, risultavano titolari di azioni o obbligazioni di tali banche alle predette date.

La Regione utilizza lo strumento della garanzia per riattivare, tramite il sistema dei Confidi regionali, che opera a contatto con la realtà del territorio, il circolo virtuoso dei finanziamenti delle banche e degli investimenti delle imprese. Le garanzie potranno assistere ogni tipo di operazione finanziaria, a medio e lungo termine, mirata a rinforzare l'attività delle imprese beneficiare. L'agevolazione sulla commissione di mercato sarà calcolato in forma di aiuto de minimis.

Le risorse sono state distribuite ai Confidi sulla base di criteri di proporzionalità, che tengono in conto della quota di rischio garantito dal singolo Confidi a favore di imprese coinvolte nella crisi di Veneto Banca spa e Banca Popolare di Vicenza spa, e sono state imputate a fondi di rischio vincolati, destinati esclusivamente all'attivazione di garanzie agevolate a favore dei soggetti individuati dal regolamento. ARC/PPH/Com



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi banche venete: Bolzonello, modifiche regolamento risorse Confidi

TriestePrima è in caricamento