rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Notizie dalla giunta

Cultura: Gibelli, mostra Moebius è sigillo su qualità fumetto Paff!

Presentata a Pordenone la rassegna "Alla ricerca del tempo" dell'illustratore francese Pordenone, 9 nov - "Il fumetto è senza dubbio una straordinaria forma d'arte che spesso ancora non viene percepita come tale. Iniziative e mostre di grande spessore come quelle organizzate oggi dal Paff! permettono di avvicinare il pubblico a questo mondo e far comprendere il vero valore del fumetto, dandogli la giusta collocazione nel panorama delle forme espressive". Lo ha detto l'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli partecipando oggi a Pordenone nelle sale del Palazzo arti fumetto Friuli (Paff!) alla conferenza stampa di presentazione della mostra dedicata al grande autore internazionale Jean Henri Gaston Giraud in arte Moebius. Dal 13 novembre al al 13 febbraio 2022, l'esposizione dal titolo "Alla ricerca del tempo" proporrà al pubblico 330 opere di uno dei più influenti fumettisti e illustratori di tutti i tempi, massimo esponente della Nona arte francese e autore di opere visionarie note e tradotte in tutto il mondo come Blueberry, Arzach, Il Garage Ermetico o L'Incal. Come è stato ricordato nel corso della presentazione, quella ospitata a Pordenone è la più ampia mostra realizzata in Italia dedicata a Moebius. Alla presenza di Giuli De Vita, direttore artistico di Paff!, dell'assessore comunale alla Cultura Alberto Parigi e, da remoto, di Claudio Curcio, direttore di Comicon (il Salone internazionale del Fumetto e del Gioco di Napoli) e Isabelle Giraud, direttore editoriale di Moebius Production e compagna di vita dell'artista, l'esponente dell'esecutivo regionale ha elogiato il centro culturale pordenonese per l'attività svolta sino ad oggi. "Le iniziative portate avanti dal Paff! e l'approccio con cui i fondatori e i sostenitori si sono presentati nel panorama culturale - ha detto Gibelli - è stato molto propositivo e di qualità, motivi che hanno portato il centro naoniano ad essere uno dei tre contenitori multiculturali riconosciuti e sostenuti dalla Regione e una delle capitali del fumetto in Italia". "L'inedita e peculiare esposizione sulle opere di Moebius - ha aggiunto l'assessore - dimostrano ancora una volta come il PAFF! sia un'eccellenza italiana e internazionale per il fumetto. La rassegna, infatti, non solo raccoglie molte delle opere del grande artista francese, ma ne consente la fruizione anche attraverso l'innovativo uso della realtà aumentata che non può che rendere la mostra ancora più attrattiva per i più giovani. Va inoltre evidenziato il contributo che è stato riservato alle celebrazioni per il settecentesimo anniversario dalla scomparsa di Dante Alighieri con un'intera sezione dedicata al Paradiso come lo vedeva Moebius: una rappresentazione insolita che merita di essere vista dal vivo". Il percorso espositivo porta i visitatori nell'universo immaginifico dell'artista francese, incontrando figure iconiche come il guerriero Arzak, il maggiore Grubert o i viaggiatori spaziali Stel e Atan, ma anche le invenzioni fantastiche de La Faune de Mars. Una sezione è dedicata ai legami tra Moebius e l'Italia, ovvero con Venezia, Milano e Napoli. All'interno del percorso, dopo un'ampia sezione dedicata all'artista, sono esposte alcune illustrazioni dedicate ai miti greci che hanno ispirato anche il manifesto. ARC/AL/gg


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Gibelli, mostra Moebius è sigillo su qualità fumetto Paff!

TriestePrima è in caricamento