Martedì, 26 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

Cultura: in Consiglio disegno di legge organico per sostenere Go!2025

Gorizia, 23 set - Il disegno di legge, che a breve sarà sottoposto all'attenzione della Commissione competente del Consiglio regionale, è un testo organico che consentirà di gestire in modo più fluido tutte le iniziative che saranno organizzate in vista di Nova Gorica-Gorizia Capitale europea della cultura 2025. Alla base di questa proposta normativa le logiche di semplificazione e di supporto al Comune di Gorizia e agli operatori culturali dell'intera Regione. "Go!2025" è infatti una occasione imperdibile per far conoscere l'intero Friuli Venezia Giulia a livello internazionale. Una Regione cerniera da un punto di vista economico e culturale fra l'Europa occidentale e quella orientale.

Questo il concetto espresso oggi a Gorizia dall'assessore alla Cultura nel corso della presentazione del disegno di legge "Disposizioni per il sostegno di Gorizia Capitale europea della Cultura 2025 e modifiche alle leggi regionali 16/2014, 23/2015, 2/2016, 25/2020 e 13/2021". L'esponente dell'Esecutivo ha auspicato un'ampia condivisione del testo da parte di tutto il Consiglio regionale, come si è sempre verificato finora per tutte le norme su "Go!2025".

Come ha ricordato l'assessore, il testo prevede sia una serie di supporti da un punto di vista operativo in favore del Comune di Gorizia che gli interventi finanziari necessari in vista di "Go!2025". Per il 2021 le risorse allocate e spendibili, compresa la quota che viene prevista dal nuovo disegno di legge, ammontano a poco meno di 10 milioni di euro. Saranno individuati anche precisi criteri di premialità per la realizzazione di eventi connessi a questa grande iniziativa, esercitando in questo modo una forte "moral suasion" nei confronti dei soggetti culturali del territorio.

La "road map" di Nova Gorica-Gorizia Capitale europea della cultura 2025 sarà stilata da un tavolo permanente di coordinamento formato da Comune, Regione, Cciaa Venezia Giulia, Fondazione Carigo e Gect.

L'esponente della Giunta regionale, inoltre, ha sottolineato che la programmazione complessiva degli interventi da realizzare sarà completata entro la prima metà del 2022.

In tema di ricadute economiche degli eventi culturali, un recente studio commissionato dalla Regione al prof. Guerzoni, docente dell'Università Bocconi di Milano, ha messo in luce che ogni singolo euro di denaro pubblico investito arriva a rendere da 3 a 9 euro. Grazie a "Go!2025" saranno coinvolti, pertanto, tutti gli operatori economici del nostro territorio, a partire dagli esercenti e dai commercianti.

Infine per la rappresentante dell'Esecutivo regionale è necessario realizzare quanto prima un piano dedicato all'accoglienza turistica per ospitare al meglio le centinaia di migliaia di visitatori che giungeranno nella nostra Regione. ARC/RT/gg



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: in Consiglio disegno di legge organico per sostenere Go!2025

TriestePrima è in caricamento