Enti locali: Zilli, ipotesi centri aggregazione giovanile a Magnano

Magnano in Riviera (Ud), 22 nov - È proseguita a Magnano in Riviera (Udine) la serie di incontri con le comunità locali che l'assessore alle Finanze del Friuli Venezia Giulia, Barbara Zilli, sta compiendo sul territorio per conoscere le esigenze dei Comuni di piccole e medie dimensioni anche in vista della predisposizione della legge di Stabilità 2020.

Zilli ha infatti potuto conoscere dal sindaco Roberta Moro e dalla Giunta comunale di Magnano i programmi dell'Amministrazione locale e le aspettative di una una realtà caratterizzata da attività artigianali e commerciali ma, ha evidenziato il primo cittadino, anche da una forte potenzialità attrattiva per il turismo lento che potrebbe essere favorita da un percorso ciclopedonale che si raccordi con la ciclovia Alpe Adria, consentendo agli appassionati del pedale e del trekking di raggiungere Magnano e le sue frazioni.

Importante, è stato sottolineato, anche la presenza di una realtà casearia conosciuta a livello internazionale, così come di un'azienda che produce zafferano biologico e, sui versanti culturale e sportivo, il marcato impegno di oltre venti associazioni.

C'è però l'esigenza, ha sottolineato il sindaco, di sviluppare un percorso di promozione e comunicazione che faccia conoscere le bellezze e le attrattive rivierasche e la possibilità di visitare e percorrere il territorio.

Tra i progetti di più lungo respiro del Comune vi è la realizzazione una piazza nel centro di Magnano, una delle poche realtà friulane che non dispongono di tale spazio di aggregazione che possa favorire la coesione e la promozione della identità locale.

Apprezzando le idee di sviluppo esposte dall'Amministrazione locale, Zilli ha ipotizzato, ove ve ne sia necessità, di valutare la realizzazione di centri di aggregazione per i giovani, strutture moderne e funzionali che possano svolgere una funzione importante a vantaggio di tutti i cittadini. ARC/CM/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento