rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Fesr: ok convenzione Regione e Cciaa per gestione misure aiuto imprese

Udine, 24 mar - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Attività produttive, ha approvato lo schema di convenzione con le Camere di commercio per lo svolgimento delle funzioni di organismi intermedi per l'attuazione amministrativa delle misure di aiuto a favore delle Piccole e medie imprese previste da alcune delle azioni del programma regionale Fesr 2021-2027.

Si tratta della gestione amministrativa di bandi che saranno predisposti dall'Amministrazione regionale a favore delle Pmi e riferiti alle azioni del Programma regionale Fesr 2021-2027 che possono contare di uno stanziamento complessivo attuale pari a 32 mln di euro. Nel dettaglio si tratta dell'azione A2.1 contributi a fondo perduto finalizzati alla realizzazione di investimenti innovativi e tecnologici a favore della trasformazione digitale nelle imprese (stanziamento complessivo 10.680.000 euro); azione A3.2 contributi a fondo perduto finalizzati alla realizzazione di investimenti innovativi e tecnologici delle imprese, compresi quelli a favore della trasformazione digitale (19.320.000 euro); azione A3.4 contributi a fondo perduto per la creazione di start-up innovative e accompagnamento degli imprenditori (2.000.000 euro).

I bandi rappresentano lo sviluppo dell'esperienza maturata nel corso della programmazione Fesr precedente 2014-2020 quando, tramite il meccanismo della regia regionale e della gestione amministrativa svolta dalle Camere di commercio quali organismi intermedi, furono assegnati contributi per la realizzazione di investimenti a 1.327 imprese per un totale di circa 92,4 milioni di euro.

Lo schema di convenzione, improntato alla massima semplificazione delle procedure, specifica il contenuto delle funzioni che le Camere di commercio sono tenute a svolgere in qualità di Organismi intermedi nella gestione delle misure di aiuto contemplate dalle azioni del programma, le responsabilità e gli obblighi connessi oltre che le funzioni di supervisione, coordinamento, controllo e formazione e la predisposizione di bandi e modulistica, che il Servizio per l'accesso al credito delle imprese è tenuto a svolgere in qualità di struttura regionale attuatrice.

Il primo bando con il quale si darà pratica esecuzione alle convenzioni che saranno stipulate in base allo schema licenziato dalla Giunta regionale, uscirà indicativamente verso la fine di maggio e riguarderà i contributi a fondo perduto a favore di Pmi e liberi professionisti per la realizzazione di progetti di investimento produttivo nelle imprese che valorizzano lo sviluppo delle tecnologie e l'innovazione, con una dotazione iniziale di 19.320.000 euro. In particolare, il bando disciplinerà la concessione di contributi diretti a sostenere progetti che sono finalizzati all'ottimizzazione e all'ammodernamento dei processi produttivi, della capacità produttiva, dei modelli organizzativi e di business e delle linee di prodotto e di servizio del beneficiario. ARC/LP/gg



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fesr: ok convenzione Regione e Cciaa per gestione misure aiuto imprese

TriestePrima è in caricamento