Mercoledì, 16 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Finanze: Zilli, leva fiscale per far ripartire l'economia

Nel 2020 le entrate da accise sono state pari a 237mln Udine, 9 giu - L'assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, è intervenuta alla seduta della 1. Commissione in Consiglio regionale per illustrare i contenuti del Pacchetto accise della Ue, che di fatto modifica la Direttiva comunitaria relativa al regime generale in materia di entrate derivanti dalla vendita dei carburanti, dell'energia elettrica e dei tabacchi. Nel bilancio della Regione Friuli Venezia Giulia, ha specificato Zilli, nel 2020 le accise hanno prodotto complessivamente 237,78 milioni di euro di entrate: 106,18 milioni di euro derivanti dalla vendita ei carburanti, 94,86 milioni di euro ricavate dalla vendita dei tabacchi e 36,75 milioni di euro provenienti dall'erogazione dell'energia elettrica. Un ammontare complessivo, che nel 2020 è diminuito rispetto al 2019 per quanto attiene alle entrate derivanti dai carburanti per effetto della pandemia. La Ue sta procedendo alla rivisitazione del Pacchetto accise anche in conseguenza degli effetti del Covid-19, ha aggiunto Zilli, "ma deve considerare la fragilità della competitività fiscale che è particolarmente significativa in un'area di confine come la nostra, dove convivono specialità produttive, sociali e legislative molto diverse tra loro". "Ritengo pertanto - ha proseguito l'assessore - che le riflessioni da farsi a tutti i livelli debbano tener conto dell'autonomia finanziaria e tributaria che il Friuli Venezia Giulia possiede, soprattutto riguardo all'addizionale Irpef ed Irap". La rivisitazione del Pacchetto accise, ha commentato Zilli - "rappresenta un'occasione strategica da saper cogliere anche attraverso la risoluzione del Consiglio regionale del FVG che sarà definita la prossima settimana: sarà un'opportunità per dimostrare che questa Regione è consapevole di che cosa rappresenta nello scacchiere nazionale ed europeo, soprattutto guardando alle possibilità dirompenti che ci saranno dopo questa pandemia". "È evidente - ha concluso - che una delle leve principali per garantire all'economia la possibilità di ripartire è quella fiscale; occorre valutare quali sono le intenzioni della Commissione europea e del Governo, tenendo conto delle partite importanti all'orizzonte, che per la nostra Regione passano anche attraverso la revisione degli accordi finanziari". ARC/CM/al


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanze: Zilli, leva fiscale per far ripartire l'economia

TriestePrima è in caricamento