Notizie dalla giunta

Fvg-Ue: Torrenti, Eusalp rafforza collaborazione transnazionale

Monaco di Baviera (Ger), 23 novembre - Il Friuli Venezia Giulia conferma il proprio ruolo a sostegno dello sviluppo e all'attuazione della strategia dell'Unione Europea per la Regione Alpina (Eusalp).

Al termine dell'assemblea generale, tenutasi a Monaco di Baviera nell'ambito del primo Forum annuale dell'Eusalp, è stata infatti adottata da tutti gli aderenti, tra cui il Friuli Venezia Giulia, rappresentato dall'assessore Gianni Torrenti, la dichiarazione congiunta che definisce le linee guida per una cooperazione rafforzata su scala transnazionale. "Il documento - ha spiegato Torrenti - segna un passo importante perché, se da un lato evidenzia i primi risultati ottenuti dall'avvio della strategia Eusalp, dall'altro rimarca l'importanza della collaborazione transnazionale per la gestione di tematiche di ampio respiro sulle quali è necessario stabilire una linea d'azione comune". Quella Alpina è la quarta strategia macroregionale adottata a livello europeo, la seconda a cui partecipano l'Italia e il Friuli Venezia Giulia, ed interessa una popolazione di circa 80 milioni di persone che risiedono in 48 regioni appartenenti a 5 Paesi membri dell'Ue (Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia) oltre a Svizzera e Liechtenstein. L'obiettivo è fornire risposte congiunte a sfide come la globalizzazione economica, il cambiamento demografico, la vulnerabilità ai cambiamenti climatici, lo sviluppo di politiche energetiche sostenibili e sicure attraverso il rafforzamento della collaborazione e delle sinergie tra le zone montane, quelle urbane e rurali e le regioni periferiche che circondano le Alpi. Nel corso dell'assemblea presieduta dal ministro agli Affari europei della Baviera, Beate Merk, il vice direttore generale per l'Unione europea del ministero degli Affari esteri, Carlo Lo Cascio, ha annunciato la candidatura dell'Italia alla presidenza di Eusalp nel 2019, sottolineando "le grandi vette raggiunte ma anche quelle ancora da scalare" e spiegando che "dobbiamo dare stabilità alla strategie attuate". Valutando le ricadute della collaborazione transnazionale, Torrenti ha inoltre sottolineato che "strategia come Eusalp permette, ad esempio nel settore dei trasporti, di attuare le compensazioni necessarie a compensare i territori montani per le mancate ricadute economiche derivanti dallo sviluppo delle grandi infrastrutture stradali. Sempre in questo campo, un'azione congiunta permette di inoltre di governare con maggiore efficacia i flussi veicolari al fine di evitare di gravare in maniera eccessiva alcune arterie". Al primo Forum annuale della strategia Eusalp ha preso parte, tra gli altri, anche il presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Franco Iacop.

ARC/MA/fc



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fvg-Ue: Torrenti, Eusalp rafforza collaborazione transnazionale

TriestePrima è in caricamento