Domenica, 19 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

GRANDE GUERRA: SERRACCHIANI, DA MARIO EICHTA UN CONTRIBUTO PER LA MEMORIA

Trieste, 10 lug - La presidente della Regione Debora Serracchiani, ha presenziato alla cerimonia, svoltasi questo pomeriggio nella sede dell'Unione degli Istriani, di assegnazione del Vessillo della Libera Provincia dell'Istria, conferito dall'organizzazione degli esuli al commendatore Mario Eichta, per "il suo straordinario e instancabile contributo, anche a livello internazionale, a ricordo dei caduti, delle vittime civili, dei deportati e dei profughi della Grande Guerra, attraverso l'istituzione degli Incontri italo-austriaci della pace", come si legge nelle motivazioni dell'onorificenza.

"Nell'anno in cui ricordiamo l'ingresso dell'Italia nella Grande Guerra - ha esordito la presidente nel suo intervento - assume uno straordinario significato la decisione dell'Unione degli Istriani di assegnare il Vessillo della Libera Provincia dell'Istria proprio al commendatore Mario Eichta, per il suo instancabile contributo a tenere viva la memoria dei caduti di quell'immane conflitto ma anche delle tante vittime civili, dei deportati e dei profughi".

Serracchiani ha ricordato come "da una dolorosa esperienza familiare, la deportazione del padre Luigi, è nata l'iniziativa promossa da Mario Eichta: gli Incontri Italo-austriaci della Pace, che si sono tenuti sin dal 1992. Un'iniziativa esemplare, che ha interpretato lo spirito di pacificazione che è stato alla base del processo di allargamento dell'Unione europea. È lo stesso spirito con cui, qui in Friuli Venezia Giulia e nelle altre parti dell'Europa coinvolte nella Grande Guerra, stiamo ricordando il centenario di quel conflitto".

"Nel ricordo della Grande Guerra, un messaggio di riconciliazione e di speranza per il futuro, è partito sin dallo scorso anno dalla nostra Regione, dal Sacrario di Redipuglia, con il grande concerto del maestro Riccardo Muti in ricordo delle vittime di tutte le guerre, con la messa di Papa Francesco, con la visita dei Presidenti della Repubblica Giorgio Napolitano e Sergio Mattarella" ha sottolineato Serracchiani. "Lo stesso messaggio che Mario Eichta ha voluto lanciare con i suoi Incontri italo-austriaci".

"C'è una proposta che sta nascendo in questi mesi" ha concluso la presidente. "L'idea di un raduno, da tenere a Trieste, delle associazioni militari di tutti i popoli che sono stati coinvolti nella Grande Guerra, dall'Italia all'Austria alla Germania, dai Paesi dell'Est e quelli dei Balcani. È un'idea ambiziosa, che confermerebbe la vocazione del Friuli Venezia Giulia come terra di pace, di Trieste come città di dialogo e incontro fra le culture dell'Europa. La Regione guarda con favore questa iniziativa".

ARC/RU



In Evidenza

Potrebbe interessarti

GRANDE GUERRA: SERRACCHIANI, DA MARIO EICHTA UN CONTRIBUTO PER LA MEMORIA

TriestePrima è in caricamento