Imprese: Bini, fondamentale continuare processi integrazione

Regione dialoga con Ue per liberare 16 mln euro sul Por Fesr

Udine, 13 ott - "La Regione si sta adoperando per liberare risorse pari a 15.796.000 euro legate al Por Fesr (Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale) e attualmente bloccate. È in corso, infatti, il dialogo con la Commissione europea e le autorità ministeriali per il loro utilizzo e gli esiti di questo confronto potrebbero dare i loro frutti all'inizio del prossimo anno".

Lo ha annunciato oggi a Udine l'assessore alle Attività produttive del Friuli Venezia Giulia, Sergio Emidio Bini, intervenendo all'Assemblea straordinaria generale di Confidimprese Fvg, svoltasi nella sede della Cciaa di Udine e Pordenone, nel corso della quale è stato approvato il progetto di fusione tra Confidimprese Fvg e Con.Ga.Fi. Industria Trieste.

"Le scelte di questa assemblea portano lustro e sviluppo all'intero sistema regione che dimostra concretamente la volontà di superare le divisioni. È fondamentale - ha indicato Bini - che i processi di integrazione continuino a svilupparsi in maniera da assicurare un servizio efficiente per le Piccole e medie imprese; l'aggregazione fra i sistemi presenti sul territorio porta beneficio alle nostre aziende".

L'attività dei Confidi Fvg, come ha ricordato Bini, è oggetto di consolidato sostegno regionale a partire dalla legge 1/2007. Le risorse stanziate in 10 anni (2007-17) ammontano ad oltre 37 milioni di euro e sono state destinate all'erogazione da parte dei Confidi di garanzie a favore dei soci per operazioni bancarie e di finanziamento.

"Per il 2018 nel bilancio regionale sono stanziati 5 milioni di euro: le istruttorie delle domande pervenute sono in via di conclusione e si procederà al riparto entro la fine del mese", ha informato Bini.

Sulla regionalizzazione del Fondo centrale di garanzia, l'esponente della Giunta Fvg ha evidenziato che "permetterà di ampliare il target interessato ai sistemi dei Confidi, di snellire le procedure di accesso al credito oltre che di migliorare l'operatività dei Confidi stessi".

"Il sistema dei Confidi - ha aggiunto l'assessore - dà buone risposte al tessuto imprenditoriale; le associazioni di categoria e la politica stanno portando avanti un progetto in grado di far crescere l'intero Friuli Venezia Giulia. Siamo impegnati su un obiettivo comune, l'interesse delle imprese e del nostro territorio".

Il presidente di Confidimprese Fvg, Roberto Vicentini ha espresso soddisfazione per l'esito odierno, evidenziando che "si tratta di un ulteriore importante passo verso la semplificazione e il consolidamento del sistema dei Confidi in Friuli Venezia Giulia auspicato dalla Giunta regionale. Dapprima ha visto l'aggregazione tra i Confidi artigiani di Pordenone Trieste e Udine, ora cresce in ottica multisettoriale, migliorando ulteriormente le economie di scala". ARC/LP/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

Torna su
TriestePrima è in caricamento