Imprese: Rosolen-Bini, costruiamo primo piano strategico sviluppo Fvg

Trieste, 31 gen - "Costruire un sistema forte a favore delle imprese è il primo degli obiettivi che abbiamo dato all'Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa. Questo non significa solo armonizzare norme già esistenti o mettere mano a leggi di settore, bensì immaginare un piano strategico industriale di sviluppo di tutto il nostro territorio, ipotizzare nuove strade e nuovi percorsi con soggetti che siano responsabili - insieme alla politica - del viaggio che andiamo a intraprendere".

Questo il commento dell'assessore al Lavoro, Alessia Rosolen, nel corso del workshop "Essere sistema. Verso il piano strategico di Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa. Dialogo con le imprese dei Cluster" che si è tenuto al Molo IV di Trieste e che ha visto anche la partecipazione dell'assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini.

"Stiamo realizzando un'operazione difficile, ambiziosa ma necessaria, che ha una forte valenza culturale: mettiamo a sistema tutta una serie di azioni che finora risultavano sparse su diverse iniziative e normate in modo frammentario - ha precisato Rosolen -. Gli ambiti sono quelli della formazione, della creazione di lavoro e del sostegno delle imprese con i soggetti che la Regione ha individuato nei parchi scientifici e nei cluster".

"Il mondo, sempre più complesso, continua a correre molto velocemente, mentre in Friuli Venezia Giulia per troppi anni si è ragionato per compartimenti stagni, lavorando ognuno nel proprio settore. Per affrontare, invece, le sfide che abbiamo davanti - ha sottolineato l'assessore - dobbiamo iniziare a puntare sulle filiere produttive velocizzando la formazione, spingendo i parchi scientifici ad essere sempre più interconnessi, stimolando i cluster a non operare solo su singole nicchie bensì su progetti in grado di intersecare le necessità dell'intera filiera".

"Due ambiti in passato trascurati, sui quali intendiamo rivolgere la nostra attenzione, sono il made in Italy e l'automotive - ha puntualizzato Rosolen -. Parliamo di settori dove molte aziende del Friuli Venezia Giulia giocano un ruolo da vere protagoniste, alle volte a livello mondiale, in modo assolutamente autonomo e senza essere inserite in un sistema produttivo".

"Il nostro è un cambio di paradigma importante. Una novità nel modo di intendere la politica in questa regione - ha sottolineato l'assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini -. Il dialogo diretto con le migliori aziende del nostro territorio ci ha portato alla costituzione sia dell'Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa, vero 'trait d'union' fra istituzioni e mondo imprenditoriale, sia del ddl SviluppoImpresa che a breve approderà in Consiglio regionale".

"Il piano strategico che stiamo realizzando - ha affermato Bini - è fondamentale anche per il futuro delle piccole e medie imprese della nostra regione, che rappresentano la stragrande maggioranza del tessuto produttivo del Friuli Venezia Giulia". ARC/RT/dfd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Scoccimarro, tessere agevolata online o su appuntamento

  • Coronavirus: Callari, dopo le scuole serve digitalizzare le imprese

Torna su
TriestePrima è in caricamento