Infrastrutture: Rosolen/Pizzimenti, 4,5 mln per lavori scuole infanzia



Trieste, 10 lug - Oltre quattro milioni e mezzo (4.515.115) di euro per interventi di messa in sicurezza e adeguamento sismico, ristrutturazioni edilizie, manutenzioni e adeguamenti igienico sanitari a dieci scuole dell'infanzia del Friuli Venezia Giulia.

È quanto deciso oggi dalla Giunta regionale, che ha approvato una delibera presentata dall'assessore alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti, d'intesa con l'assessore all'Istruzione e famiglia, Alessia Rosolen.

Nel dettaglio, un contributo di un milione e 70mila euro è stato destinato per la "Stella del Mattino" di Codroipo, 822mila euro per la scuola dell'infanzia di Pradamano, 385mila euro per l'istituto comprensivo di Trasaghis, oltre 171mila euro per la Rorai Piccolo di Porcia, 600mila euro per la scuola dell'infanzia di Pagnacco, 464mila e 500 euro per la "G.Rodari" di Ruda, 300mila euro per la scuola dell'infanzia di Artegna, 550mila euro per la scuola dell'infanzia e asilo nido "Semi di Mela" di Trieste e 100mila euro per la scuola dell'infanzia di Marano.

"Si tratta - hanno spiegato i due esponenti dell'Esecutivo regionale - della dotazione assegnata al Friuli Venezia Giulia del Fondo nazionale per il Sistema integrato dei servizi di educazione e di istruzione per le bambine e per i bambini sino ai 6 anni. Ogni edificio necessita di lavori specifici per garantire il regolare svolgimento delle lezioni in un contesto accogliente, confortevole e, auspicabilmente, in grado di accendere e incentivare la loro fantasia".

"Gli interventi del piano - ha sottolineato Pizzimenti - perseguono le finalità di un progressivo consolidamento e ampliamento dei servizi educativi per l'infanzia. Nel caso specifico, si tratta di interventi richiesti dal territorio che alzano il livello qualitativo dei servizi erogati. Al netto delle difficoltà del momento, le risorse investite per mettere in sicurezza e migliorare gli edifici scolastici erano e restano prioritarie".

Secondo Rosolen "il piano è strutturale, prescinde dall'emergenza epidemiologica ma contribuisce a dare risposta all'esigenza di consegnare ai bambini spazi sempre più sicuri e più stimolanti. L'obiettivo è realizzare poli per l'infanzia che si caratterizzino come laboratori permanenti di partecipazione e apertura al territorio. La Giunta regionale prosegue nel suo piano che punta a mettere sempre di più al centro dell'agenda politica l'istruzione e i servizi per l'infanzia".

A tal riguardo si ricorda che la Regione concorre al Fondo ministeriale attraverso un cofinanziamento sostenendo ogni anno con 6 milioni di euro i gestori di asili nido per le spese di funzionamento (richiedendo l'impegno a contenere le rette) e con 21 milioni di euro le famiglie per l'accesso ai servizi. ARC/GG/al



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Roberti, farsi trovare pronti a riaperture bar e ristoranti

  • Covid: Fedriga-Riccardi, parte predisposizione piano vaccinale per Fvg

  • Immigrazione: Roberti, Fvg di nuovo "attrattivo" con permessi allargati

  • Stato-Regioni: Fedriga, vanno rinegoziate quote compartecipazioni Fvg

  • Covid: Riccardi, avviato drive in per screening popolazione Socchieve

  • Turismo: Bini, salvaguardare Iva ridotta per le marine nautiche

Torna su
TriestePrima è in caricamento