Lavoro: domani a Trieste speed date Fvg-Slovenia su frontalierato

Trieste, 12 dic - Uno "speed date" tra datori di lavoro e candidati dell'area frontaliera di Friuli Venezia Giulia e Slovenia: l'evento, unico nel suo genere, organizzato nell'ambito del Progetto "Euradria 2019", si svolgerà a Trieste domani 13 dicembre al Contamination Lab di via Fabio Severo 40. Datori di lavoro e candidati avranno la possibilità di saggiare le reciproche disponibilità nel corso di rapidi incontri che si svolgeranno in successione - è questa la caratteristica dello speed date - nell'ambito dell'iniziativa finanziata dal Programma Ue per l'occupazione e l'innovazione sociale "EaSi", che vede la Regione Friuli Venezia Giulia capofila con la sua direzione centrale Lavoro, Formazione, Istruzione e Famiglia.

Più di 20 offerte di lavoro rivolte a professionisti negli ambiti di accoglienza, metalmeccanica, Ict, costruzioni, commercio e vendite, trasporti e attività infermieristica sono già state pubblicate sul portale del progetto Euradria (www.euradria.eu) e diffuse tramite il sito web regionale, i social media della Regione e di Eures FVG e i canali istituzionali dei partner sloveni. Domattina saranno più di 100 i candidati che sosteranno i colloqui conoscitivi con le aziende che hanno aderito allo speed date grazie al lavoro congiunto del partenariato del Progetto Euradria, di cui fanno parte i rappresentati dei servizi pubblici per l'impiego, le associazioni datoriali e sindacali del Friuli Venezia Giulia e della vicina Slovenia e i patronati del territorio.

Durante la mattinata i partner del progetto Euradria saranno a disposizione dei partecipanti per rispondere a quesiti relativi a sicurezza sociale, disoccupazione e tassazione nell'area frontaliera.

Il progetto, partito a gennaio 2019 con una dotazione finanziaria di 432mila euro, si concluderà a fine anno. Nell'arco di dodici mesi di attività i partner hanno finanziato cinque info desk a Trieste, Capodistria e Nova Gorica per supportare datori di lavoro e lavoratori frontalieri impegnati nell'affrontare gli ostacoli che incidono sulla mobilità frontaliera.

Grazie a Euradria sono stati realizzati un portale informativo www.euradria.eu e sei webinar per fornire una prima assistenza ai lavoratori che si muovono tra Italia e Slovenia. Sono stati inoltre organizzati due incontri di alto livello istituzionale con i rappresentanti delle autorità fiscali e per la sicurezza sociale di Italia e Slovenia per avviare un dialogo che punta a trovare un comune denominatore sulla gestione dei temi inerenti il lavoro frontaliero.

ARC/COM/pph
 



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento