LEGGE DI STABILITÀ DEL FVG: UNA GIUNTA STRAORDINARIA APPROVA GLI EMENDAMENTI ALLA MANOVRA  

Udine, 9 dic - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, riunita in sessione straordinaria oggi a Udine, ha discusso e proposto alcuni emendamenti alla legge di Stabilità per il 2016. Se la maggior parte di essi, come spiega l'assessore regionale alle Finanze Francesco Peroni, sono prevalentemente tecnici, ovvero "finalizzati a rendere ancora più fluido il sistema normativo che verrà discusso la prossima settimana dal Consiglio regionale", due emendamenti intendono premere sull'acceleratore della sostenibilità ambientale.

"Abbiamo deciso di proporre due nuove linee di finanziamento" indica l'assessore regionale all'Ambiente e all'Energia Sara Vito. "Mettendo 500.000,00 euro nel Bilancio 2016 - aggiunge Vito - abbiamo previsto di dare impulso alla vendita di metano per autotrazione e, di conseguenza, alla diffusione di autovetture a metano, prevedendo un contributo importante a gestori di distribuzione di carburanti affinché adeguino i propri impianti".

In Friuli Venezia Giulia attualmente sono solo cinque i distributori attrezzati a metano: un carburante ecologico (emette il 20 per cento in meno di CO2 rispetto alla benzina ed è privo di particolato/PM10), sicuro e che costa meno di metà della benzina. Per l'accesso ai contributi saranno naturalmente privilegiati i gestori a ridosso della rete pubblica di distribuzione del metano.

Una seconda linea di finanziamento, con a disposizione risorse regionali per 500.000,00 euro cui si aggiungono fondi dei Ministeri dello Sviluppo Economico (MiSE) e dell'Ambiente, è indirizzata alle PMI per aiutarle a predisporre il bilancio energetico e per accedere alla certificazione ISO 50001.

Il bilancio energetico è uno strumento analitico elaborato per le imprese e consente di ricostruire in modo dettagliato il proprio profilo di consumo di energia. Serve dunque a orientarsi meglio tra le possibili tecnologie energetiche pulite adottabili, identificando le soluzioni che meglio si adattano al proprio fabbisogno energetico e alle proprie caratteristiche di consumo.

Per il resto, la Giunta regionale ha definito alcuni altri emendamenti eminentemente tecnici al testo della manovra licenziato qualche settimana fa, che intervengono su aspetti  procedimentali che però sono molto significativi dal punto di vista del raggiungimento degli obiettivi. "Assicurare procedimenti celeri - precisa Peroni - significa raggiungere prima gli obiettivi che ci si è dati politicamente".

Il principale di questi aggiustamenti riguarda il tema del cosiddetto Volano Opere, 50 milioni di euro di risorse regionali già assegnate che potranno venir liquidate nel 2016 e che permetteranno di portare a compimento più rapidamente 79 progetti sul territorio regionale.

"Intervenendo a livello di aspetti puramente tecnico-contabili - evidenzia Peroni - intendiamo assicurare maggiore rapidità alle procedure e quindi accelerare l'avvio dei cantieri, che riteniamo in alcuni casi possano aprirsi già a gennaio". Ecco quindi che "la natura procedimentale delle norme non per questo le rende meno rilevanti", conclude Peroni.

La manovra finanziaria per il 2016 sarà discussa in Consiglio regionale a partire da lunedì prossimo 14 dicembre.

ARC/PPD/FC



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

Torna su
TriestePrima è in caricamento