Patrimonio: Callari, Grazie a CariTS defibrillatori in sedi regionali

Udine, 3 mag - La Regione ha ricevuto in dono dalla fondazione Cassa di Risparmio di Trieste quattordici defibrillatori automatici esterni (Dae) che saranno installati negli edifici delle principali sedi dell'Amministrazione.

Le sedi dove i Dae verranno messi a disposizione sono state stabilite dalla Giunta regionale, che ha dato mandato all'assessore al Patrimonio, Sebastiano Callari, di stipulare il relativo atto di donazione.

"Si tratta - commenta Callari - di un servizio indispensabile e necessario per la sicurezza dei cittadini e delle persone che lavorano nell'ambito dell'Amministrazione, nonché di quanti, al termine della emergenza Covid 19, potranno riprendere ad avere accesso agli uffici della Regione".

"Anche nel nostro Paese - spiega l'assessore - la morte improvvisa cardiaca è una delle principali cause di decesso e in caso di arresto cardiaco la sopravvivenza del paziente è direttamente correlata alla tempestività dell'intervento".

"D'altro canto - aggiunge Callari - tra le misure generali di tutela previste dal Decreto legislativo numero 81 del 2008, rivestono fondamentale importanza le 'misure di emergenza' da attuare nel caso di primo soccorso, tra le quali la disponibilità del DAE rappresenta uno degli elementi principali".

"Va altresì considerato - ribadisce l'assessore - che oltre ad aumentare la sicurezza dei lavoratori, la disponibilità del Dae consente nel contempo di incrementare la rete di accesso pubblico alla defibrillazione precoce".

Al momento, i Dae nei palazzi della Regione sono già stati installati nelle sedi principali - in Piazza Unità d'Italia a Trieste e in via Sabbadini a Udine - dove la presenza del personale è più consistente.

A seguito della donazione della Cassa di Risparmio di Trieste, i quattordici nuovi apparecchi saranno installati:

Trieste: nella sede del Consiglio regionale in Piazza Oberdan 5-6; in Corso Cavour 1; in Via Carducci 6; in Via San Francesco 37/Via Carpison 20 (tavolare); in Scala Cappuccini 1 (Centro per l'impiego); in Via Trento 2; in Via Sant'Anastasio 3; in Via Milano 19.

Udine: in Piazza Patriarcato 2 e 3 (Palazzo Belgrado); in Viale Duodo 3 (Centro per l'impiego).

Pordenone: in Largo San Giorgio 12; in Via Oberdan 18; in Piazza Ospedale Vecchio 11.

Gorizia: in Corso Italia 55 (palazzo ex Provincia, sede Cpi). ARC/CM/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Cultura: Gibelli, Teatro Verdi di Pn riprende con spettacoli dal vivo

  • Cultura: Gibelli, mostra Manara a Paff di Pn segnale per ripartenza

  • 5 maggio '45: Roberti, caduti di via Imbriani martiri orrore titino

  • Terremoto: Fedriga, riscoprire il senso di comunità

  • Covid: Callari, vaccini decisivi per sconfitta pandemia e ripartenza

Torna su
TriestePrima è in caricamento