Prot.civile: Riccardi, corso per giornalisti su informare l'emergenza

Trieste, 14 ott - Rientra nell'ambito delle manifestazioni per la Settimana nazionale della Protezione civile anche il corso di formazione per i giornalisti intitolato Comunicazione di Emergenza che si terrà giovedì 17 ottobre (ore 9) presso il centro cperativo della Protezione civile regionale a Palmanova.

"Abbiamo bisogno di un'alleanza strategica con i professionisti dell'informazione per dare vita a efficaci sinergie nel caso di emergenze, qualsiasi sia la loro natura" ha dichiarato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giuliacon delega alla Protezione civile, Riccardo Riccardi.

"Per questo - ha aggiunto l'esponente della Giunta Fedriga - ritengo che, per i giornalisti, conoscere le procedure di attivazione dei soccorsi e le modalità di gestione delle emergenze, anche approfondendo terminologie e riferimenti tecnici, sia di fondamentale importanza per informare la popolazione nei momenti di crisi, diventando un elemento attivo che contribuisce alla sua tutela e salvaguardia alla pari dei soccorsi".

Il corso avrà come focus l'allerta meteo e il rischio idrogeologico e idraulico che, come ha ricordato Riccardi, è "un tema ancora più rappresentativo a poche settimane dal primo anniversario della tempesta Vaia che ha pesantemente colpito anche il Friuli Venezia Giulia e che, a fine mese, ricorderemo attraverso un evento che racconterà quanto, ed è tantissimo, è stato fatto in questo anno di lavoro".

Aperto a tutti i giornalisti iscritti all'Ordine, i corso si concentrerà su un percorso elaborato a partire dal momento previsionale per arrivare a definire gli strumenti e la modalità della comunicazione, on e off line.

Si partirà approfondendo il tema delle previsioni meteo, passando all'analisi del sistema di allerta regionale per il rischio meteorologico, idrogeologico e idraulico, per arrivare alla comunicazione dell'allerta e all'integrazione con i piani comunali di protezione civile, concludendo con la gestione della comunicazione sui social che è anche una modalità di informazione e contatto con la popolazione in caso di emergenza.

L'esperienza formativa si concluderà con la visita alla sala operativa regionale e alla centrale Nue 112. ARC/COM/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Riccardi, da Cividale parte modello massivo per vaccinazioni

  • Carburanti: Scoccimarro, Covid ha stravolto consumi, legge da rivedere

  • Covid: Bini, ristori anche a chi realizza corsi sportivi e ricreativi

  • Sport: Gibelli a Fipav, essenziali per benessere ragazzi e famiglie

  • Attività produttive: Bini, nuovo servizio completa attrattività area

Torna su
TriestePrima è in caricamento