Risorse ittiche: Zannier, insediato nuovo comitato consultivo

Riproposto per il 2019 lo stesso calendario di pesca sportiva

Udine, 24 ott - Si è insediato nei giorni scorsi il ricostituito Comitato ittico, organo consultivo finalizzato a supportare l'Ente tutela patrimonio ittico (Etpi) della Regione.

"Sono molto soddisfatto della sinergia e del clima collaborativo che si sono creati fra i vari portatori di interesse", ha dichiarato l'assessore alle Risorse ittiche del Friuli Venezia Giulia, Stefano Zannier, che ha preso parte alla seduta di insediamento svoltasi a Udine.

L'assessore attende ora di poter avere "maggiori elementi per definire le attività future e conoscere le auspicate novità previste a livello ministeriale in materia di pesca e itticoltura".

Il Comitato da supporto all'Epti nell'acquisizione di informazioni, valutazioni tecnico-scientifiche e proposte provenienti da addetti ai lavori coinvolti nel dare attuazione alle politiche regionali per la gestione delle risorse ittiche nelle acque interne.

Nella prima seduta è stato deciso di riproporre per il 2019 lo stesso calendario per la pesca sportiva del 2018, integrando la disciplina della pesca anche per il comune di Sappada e adeguando le disposizioni sulla gestione di alcune specie esotiche invasive quali, ad esempio, il Gambero rosso della Louisiana e la Pseudorasbora.

Altre previsioni ampliano la tutela dell'anguilla, di cui al piano regionale di gestione della specie, includendo i nuovi siti di ripopolamento.

Il Comitato ha infine proposto di mantenere invariati, rispetto al 2018, i canoni per le licenze e le autorizzazioni per la pesca sportiva per l'anno 2019. ARC/SSA/



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Lavoro: Rosolen, via a selezioni per corsi mirati per il turismo

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Porto Vecchio: Fedriga, ok ad accordo per la riqualificazione

  • Finanza locale: Roberti/Zilli, via alla riforma dei tributi locali

Torna su
TriestePrima è in caricamento