Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, nuova riabilitazione di S. Vito esempio da replicare

La struttura sanitaria è stata inaugurata questa mattina San Vito al Tagliamento, 13 lug - "Dedicare maggiori risorse alla fase riabilitativa è un importante passo avanti nella rivoluzione culturale che è necessario portare a termine per dare risposte concrete ai bisogni di salute delle persone nel lungo periodo. La scelta di migliorare gli spazi dedicati alla riabilitazione estensiva nel presidio ospedaliero di San Vito al Tagliamento è una scelta profondamente voluta che consente ai professionisti operanti nella struttura di aumentare la qualità dei servizi offerti al territorio. Un modello di efficienza che dovrà essere replicato anche in altre strutture sanitarie regionali". È questo il messaggio lanciato dal vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, all'inaugurazione del nuovo reparto di Riabilitazione estensiva del presidio ospedaliero di San Vito al Tagliamento afferente all'Azienda sanitaria Friuli Occidentale. La nuova struttura, che ha una superficie di 640 metri quadrati contro i 350 della precedente, è ubicata al piano terra del presidio ospedaliero sanvitese (corpo A/nuova entrata H), garantendo così un netto miglioramento dell'accessibilità soprattutto per gli utenti con disabilità. L'allestimento del nuovo reparto ha consentito un'implementazione del numero di ambulatori medici, passati da uno a tre, e un aumento delle dimensioni dei box per le terapie. Inoltre è stata realizzata una palestra per la riabilitazione che può essere divisibile in 2 ambienti indipendenti. Rilevante anche l'investimento compiuto sulle apparecchiature informatiche, con l'allestimento di postazioni telematiche in palestra e nei box, ma anche sulle attrezzature e le dotazioni mediche con il rinnovo delle apparecchiature elettromedicali. Il reparto è ora dotato di un'apparecchiatura per la laserterapia, 2 per l'elettroterapia a bassa e media frequenza, una scala didattica, due cyclette con accesso facilitato, un tapis roulant riabilitativo, deambulatori, un sistema di analisi posturale un'attrezzatura propriocettiva con rulli, palle, cuscini, fitball e letti Bobath da trattamento. Il vicegovernatore ha quindi lanciato un nuovo appello per l'adesione alla campagna vaccinale contro il Covid-19 volto a "recuperare terreno per vaccinare almeno altre 200mila persone; solo in questo modo sarà possibile raggiungere l'immunità di gregge in Friuli Venezia Giulia. Fermo restando che alcune persone non possono sottoporsi alla vaccinazione per motivi di salute, si tratta di un obiettivo che possiamo raggiungere coinvolgendo e informando i cittadini che oggi si trovano in una posizione di incertezza sulla vaccinazione in seguito al complesso dibattito che si è scatenato, troppo spesso con posizioni preconcette e toni esagerati. In questo contesto è fondamentale il ruolo dei sanitari, ai quali mi appello in primo luogo perché si vaccinino e in secondo perché siano promotori dell'importanza della campagna vaccinale attraverso la propria esperienza". ARC/MA/al


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, nuova riabilitazione di S. Vito esempio da replicare

TriestePrima è in caricamento