rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Notizie dalla giunta

Società: Zilli, libertà e rispetto donne sono principi cardine civiltà

Trieste, 10 nov - "Di fronte a una tragedia come l'uccisione di una giovane tutta la società deve intervenire per evitare che un fatto di tale gravità possa ripetersi e schierarsi per tutelare la famiglia della vittima. Il rispetto delle donne e della loro libertà è infatti uno dei principi cardine di ogni civiltà moderna ed è fondamentale che le istituzioni e i cittadini continuino a fare fronte comune contro qualsiasi forma di violenza e discriminazione a carico delle donne".

È questo il pensiero espresso dall'assessore regionale alle Finanze del Friuli Venezia Giulia Barbara Zilli, che questa sera parteciperà alla presentazione del volume "Ultimo appuntamento sul Tagliamento" di Daniele Paroni, in programma alle 20.30 al Palazzo delle Associazioni di San Daniele del Friuli, organizzata dallo Scriptorium Foroiuliense Scuola italiana Amanuensi.

"Si tratta di una serata di sensibilizzazione che conferma come associazioni quali lo Scriptorium siano parte integrante del tessuto del territorio in cui operano e al quale danno un contributo concreto", ha aggiunto Zilli.

Il volume ripercorre la tragica storia di Nadia Orlando, uccisa nel 2017 dal fidanzato Francesco Mazzega, poi suicidatosi, e ha finalità benefiche, dato che parte dei proventi della vendita verrà devoluta alla figlia di Lisa Puzzoli, anch'ella vittima nel 2012 di femminicidio.

Zilli ha spiegato che "nonostante i passi avanti compiuti negli ultimi anni il tema della violenza sulle donne continua a essere di forte attualità. Quando accaduto e Lisa Puzzoli e Nadia Orlando ci insegna che nemmeno il Friuli Venezia Giulia è indenne da questo fenomeno sul quale bisogna continuare ad attuare una forte campagna informativa per far sì che tragedie di questo tipo non si ripetano mai più".

L'assessore ha quindi rimarcato che "è inoltre fondamentale che le istituzioni si schierino al fianco delle vittime, anche costituendosi parte civile durante i processi a carico dei femminicidi" e ha auspicato che "attraverso la riforma della giustizia venga prevista la possibilità di garantire sempre maggiori tutele alla parte offesa di delitti contro la persona". ARC/MA/pph



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Società: Zilli, libertà e rispetto donne sono principi cardine civiltà

TriestePrima è in caricamento