Stabilità: Rosolen, 30 mln per la famiglia. Presto la legge in Aula



Trieste, 15 dic - "La nuova legge sulla famiglia, che mi auguro veda la luce nel primo semestre del 2019 e di cui la misura sull'abbattimento delle rette per gli asili nido approvata con la legge di Stabilità è solo un tassello, riscriverà l'idea di società che ha questa Giunta".

Lo ha affermato l'assessore regionale al Lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia, Alessia Rosolen, nel corso della discussione della legge di Stabilità in Consiglio regionale con cui a sostegno delle politiche per la famiglia vengono incrementate le risorse che complessivamente per il 2019 toccano quota 29,5 milioni (erano 19,6 nel 2018).

Tra i provvedimenti che rappresentano un elemento di novità di questa legge di Stabilità c'è infatti il bonus per l'abbattimento delle rette degli asili nido per le famiglie con più di un figlio, che prevede aumenti di risorse per 3 milioni per il 2019, 9,8 per il 2020 e 9,2 per il 2021.

Sempre in tema di promozione della famiglia, l'amministrazione regionale, in considerazione del fatto che il 2018 è stato il primo anno di applicazione, autorizzerà in via straordinaria a riconoscere l'assegno ai titolari di Carta famiglia che, pur avendone i requisiti, non hanno ancora presentato la domanda di accesso al beneficio.

Raccogliendo l'apprezzamento a maggioranza sui provvedimenti sulla famiglia, Rosolen ha ricordato che sono state confermate anche le risorse complessive per istruzione (15 milioni) e formazione (27 milioni), lavoro e professioni (15 milioni), alta formazione e ricerca (23,5 milioni).

In tema di istruzione, l'assessore ha reso noto che la legge di settore è pronta e approderà in Consiglio a metà gennaio. Tracciando un bilancio dei primi sei mesi di governo, Rosolen ha ricordato alcuni traguardi raggiunti: il risparmio di molte poste puntuali e lo stanziamento di 1 milione e 250 mila euro a disposizione per i direttori scolastici e per il personale Ata di supporto delle scuole, l'insediamento del nuovo direttore dell'Ufficio scolastico regionale, l'apertura del tavolo con il Ministero per definire il processo di "regionalizzazione" delle competenze.

Tra le linee confermate vi sono gli stanziamenti per la prima formazione (22 milioni di euro), unica forma di istruzione che attualmente è totalmente seguita dalla Regione e coinvolge 4 mila ragazzi con ottimi risultati occupazionali.

In merito al sistema dell'università e della ricerca, Rosolen ha ribadito la volontà di varare un'apposita fondazione. "Dieci anni fa ne ho proposto l'istituzione: credo che questo sia il punto da cui partire per creare un soggetto che sia collettore e punto di sintesi che risolva doppioni e inefficienze", ha commentato Rosolen.

Per il resto, la Giunta Fedriga ha aumentato le risorse per il diritto allo studio universitario e i contributi alle Università e agli enti di ricerca esistenti. Tra le novità della Stabilità 2019 vi sono anche le importanti risorse (9 milioni e 400 mila euro sul triennio 2019-20) destinate all'edilizia dell'Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori (Ardiss), che verranno impiegate principalmente per l'adeguamento antisismico delle case dello studente di Udine e Trieste.

In merito alle politiche attive del lavoro (Pal), Rosolen ha voluto evidenziare come i sei milioni di euro siano stati assegnati in modo completamente diverso dal passato, puntando agli incentivi per le stabilizzazioni dei precari. Tra le novità anche l'istituzione dell'Agenzia Lavoro&SviluppoImpresa. ARC/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Patrimonio: Callari, immobili Regione supporteranno Gorizia 2025

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Autonomie locali: Roberti a Governo, urgente sblocco concorsi

  • Salute: Riccardi, potenziare servizi autismo è atto di normalità

  • Salute: Riccardi, con odontoiatria a Monfalcone più risposte

Torna su
TriestePrima è in caricamento