Sviluppo: Bini, fondamentale partenariato pubblico-privato

Trieste, 27 giu - "Non ci si deve spaventare di fronte all'opportunità di partenariato tra pubblico e privato che, al contrario, è fondamentale per lo sviluppo dell'economia del Friuli Venezia Giulia che si basa su un tessuto imprenditoriale al 95 per cento caratterizzato da piccole-medie imprese".

È la convinzione espressa oggi a Trieste, al centro congressi Stazione Marittima, dall'assessore regionale ad Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini, nel corso del suo intervento al panel "Internazionalizzazione e infrastrutture" del convegno "La forza del gruppo - Le infrastrutture per lo sviluppo della Regione Fvg".

"Chi porta investimenti produttivi sul nostro territorio - ha aggiunto Bini - è il benvenuto a prescindere che rappresenti capitale italiano o straniero. Quanto sta accadendo adesso con il porto di Trieste - ha sottolineato - è un volano per tutta l'area retroportuale, ovvero per l'intera regione, e crea le condizioni affinché gli investimenti pubblici che abbiamo rilanciato possano produrre un consistente effetto moltiplicatore di ricadute".

Parlando del sistema infrastrutturale del Friuli Venezia Giulia, l'assessore l'ha definito "potenzialmente già all'altezza del mercato globale ma bisognoso di un efficientamento che ci siamo posti come obiettivo, lavorando su politiche industriali innovative che garantiscano alle aziende un'adeguata penetrazione internazionale, "ben consci che aprirsi al mondo è una condizione necessaria per essere protagonisti".

"La Cina sta diventando il primo mercato al mondo - ha infine spiegato Bini - ed è essenziale per le imprese regionali essere presenti, utilizzando a questo scopo anche l'interesse che i cinesi stanno dimostrando nei confronti del porto di Trieste". ARC/FC/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Sport: Gibelli a Fipav, essenziali per benessere ragazzi e famiglie

Torna su
TriestePrima è in caricamento