Toros: Riccardi, da lui lezione a cui ispirarsi nelle difficoltà

Trieste, 3 giugno - "Piango la scomparsa di una delle figure più nobili e autorevoli dello scenario politico regionale del '900, una voce saggia e competente che ancora oggi avevo il privilegio di poter ascoltare. Ricorderò in maniera indelebile la sua lezione alla quale ispirarsi nei momenti difficili. Adesso rimane solo un silenzio che lascia un vuoto incolmabile.".

Così il vicegovernatore della Regione Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, a commento della morte di Mario Toros. Nato nel 1922 a Pagnacco, sindacalista, Toros ricoprì per diverse volte l'incarico di ministro e sottosegretario, oltre ad esser stato per vent'anni presidente dell'Ente Friuli nel mondo.

"Con lui - ha ricordato ancora Riccardi - il Friuli perde anche uno dei padri della ricostruzione. Fu egli infatti il relatore a Camere sciolte della conversione in legge del decreto per il post terremoto".

"E che amasse profondamente la sua terra - ha concluso Riccardi - lo dimostrò anche combattendo la guerra partigiana nelle file della Osoppo, avendo sempre come faro i valori della libertà e della democrazia". ARC/GG/ppd
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Lavoro: Rosolen, via a selezioni per corsi mirati per il turismo

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Porto Vecchio: Fedriga, ok ad accordo per la riqualificazione

  • Finanza locale: Roberti/Zilli, via alla riforma dei tributi locali

Torna su
TriestePrima è in caricamento