Turismo: Bini, Regione promuove l'accessibilità ai servizi del settore

Lignano Sabbiadoro, 8 feb - Favorire l'accessibilità delle strutture turistiche: un impegno che la Regione persegue per dare modo a tutti i cittadini di fruire delle opportunità e delle bellezze del territorio del Friuli Venezia Giulia.

È quanto ha affermato l'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Bini, intervenendo, a Lignano Sabbiadoro, a conclusione della tavola rotonda 'L'accessibilità turistica nel sociale e nello sport', organizzata dal villaggio Efa Bella Italia per fare il punto sull'attualità dell'abbattimento delle barriere architettoniche. Le assise erano incentrate, nel contempo, sulle opportunità del turismo sportivo e di quello sociale.

Che sono una prerogativa di una Regione, ha detto Bini, che offre molto, ma che deve imparare a vendere ancor meglio la propria offerta turistica.

Offerta, ha precisato, che in fatto di accessibilità ha molto da proporre, così come eccelle nella disponibilità di impianti e di strutture sportive.

Che hanno consentito, ha aggiunto, di valorizzare un'altra fascia del turismo sul quale il Friuli Venezia Giulia, anche Lignano Sabbiadoro, ha puntato molto in questi anni, ottenendo risultati importanti.

Bini, ha concluso ribadendo la priorità che l'Amministrazione intende assegnare agli interventi finalizzati a rendere fruibili la gran parte delle strutture turistiche a tutti.

E sostenendo che il 'turismo accessibile' rappresenta la forma più nobile tra le attività del comparto, e la struttura che ha ospitato l'evento ne è un esempio.

La tavola rotonda, aperta dall'amministratore delegato di Bella Italia & Efa Village, Federico Delaini, e dal sindaco della città balneare, Luca Fanotto, si è sviluppata attorno agli interventi di esponenti del mondo dello sport, delle diverse abilità, del turismo.

Tra essi, Lucio Gomiero, direttore generale di Promoturismo FVG, nel ricordare l'attenzione da sempre assegnata dal Friuli Venezia Giulia allo sport e alle diverse abilità, che per certi aspetti possono essere considerate parte integrante delle attività turistiche, ha evidenziato che il portale dell'Agenzia propone 110 siti del Friuli Venezia Giulia, regolarmente censiti e mappati, che rispondono pienamente ai requisiti di accessibilità.

Giusi Versace, finalista alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro nei 200 m, ha poi parlato della sensibilità nei confronti delle persone diversamente abili, che è cresciuta negli anni grazie allo sport e alla comunicazione, vero strumento capace di abbattere le barriere.

Mentre Manuela Di Centa, medaglia d'oro ai Giochi invernali di Lillehammer nello sci da fondo, si è soffermata sui problemi di accesso che possono incontrare le persone con diverse abilità.

Sul connubio sport e turismo sono infine intervenuti, Giorgio Scarso, presidente della Federazione italiana scherma, e Claudio Bardini, docente di scienze motorie e dirigente e allenatore del basket. ARC/CM/red



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Edilizia: Pizzimenti, avviata ricognizione fabbisogni edifici di culto

  • Istruzione: Rosolen, nuovo corso specializzazione settore dell'arredo

  • Ue: Zilli, Fvg si conferma al vertice su programmazione Por Fesr

  • Turismo: Bini, Fvg propone a ministro Fondo di rotazione nazionale

  • Prot. Civile: Riccardi, lezione Zamberletti ancora attuale

Torna su
TriestePrima è in caricamento