Turismo: Bolzonello, da un ottimo 2016 a un 2017 già promettente

Udine, 29 marzo - "E' stato un 2016 di grande soddisfazione dal punto di vista delle cifre perché con un +6,5% di incremento delle presenze continuiamo quel trend di crescita che porta al risultato di un quasi +10% nel biennio 2015-16: tutto questo dopo tre anni che erano stati molto difficili e grazie a un lavoro che, da un lato è guidato da PromoTurismoFvg, e dall'altro ha visto un grande sforzo collettivo di tutti gli attori del territorio: albergatori, operatori turistici, enti locali fino alle reti di impresa e con la Regione che ha cercato di dare risposte a uno di quei settori che fanno l'economia e sono decisivi per l'occupazione".

Lo ha affermato il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, commentando i dati degli arrivi e delle presenze turistiche del periodo gennaio-dicembre 2016 nella sede dell'Infopoint di Piazza Primo Maggio a Udine, che, novità annunciata proprio oggi alla presenza del sindaco Furio Honsell e dell'assessore comunale al Turismo, Alessandro Venanzi, è stato oggetto di un accordo che consentirà sinergie con il Comune e ottimizzazione dei servizi per i turisti.

"Guardiamo con fiducia anche al 2017", ha anticipato Bolzonello, rivelando che il primo trimestre che si sta chiudendo in questi giorni sta registrando un numero di presenze e arrivi maggiore rispetto al 2016. "Anche gli operatori del mare riferiscono già di un ottimo andamento delle prenotazioni per la stagione balneare imminente", ha aggiunto.

In merito all'andamento dei vari ambiti, Bolzonello ha evidenziato come "la montagna continui ad andare bene, soprattutto nel Tarvisiano, dove i benefici della presenza della ciclovia Alpe Adria si fanno sentire incidendo con effetti positivi nella stagione estiva", e come tutto il territorio vanti numeri di presenze molto importanti dall'area Austria (+4,5%) e da alcuni Land della Germania (+9,7%) "dove - ha ricordato il vicepresidente - è stato fatto un grande lavoro con i tour e bus operator".

Anche le città continuano a essere fortemente attrattive, grazie soprattutto alla promozione dei grandi eventi di cultura, storia, spettacolo e allo sviluppo del business.

I dati molto positivi registrati in tutto il 2016 dimostrano, è stato sottolineato, che il Piano strategico per il turismo ha attivato strategie importanti per lo sviluppo, con ottimi risultati in termini di incrementi su regioni mercato-obiettivo, frutto di numerosi workshop svolti tra il 2014 e 2015.

Oltre al mercato tedesco, infatti, si registra un forte rallentamento della caduta delle presenze russe (-4,4% rispetto al -36% del 2015) e un miglioramento del mercato della Repubblica Ceca e della Polonia.

Per quanto riguarda il mare, i dati mettono in evidenza la continua crescita di arrivi e presenze, seppure un ragionamento vada fatto per il rinnovo delle strutture private, soprattutto su Lignano. La difficoltà legata all'attrattività delle strutture ricettive private è un problema che è all'ordine del giorno dell'amministrazione comunale di Lignano che, una volta elaborati alcuni ragionamenti, valuterà in un tavolo congiunto con la Regione una strategia condivisa, ha riferito Bolzonello.

La collaborazione con gli enti locali, del resto, è stata più volte citata come asset importante. Ne è una dimostrazione l'accordo illustrato oggi che vede la Regione, attraverso PromoTurismoFvg, collaborare con l'amministrazione comunale del capoluogo friulano.

"E' una bella iniziativa - ha commentato Bolzonello - che mette in sinergia un servizio già attivo del Comune e permette a tutti di unire le forze per promuovere con più efficacia questo territorio. L'accordo farà sì che l'Infopoint di PromoTurismoFvg avrà un'apertura quotidiana 363 giorni all'anno nell'ampia fascia oraria dalle 9 alle 18, continuata nei periodi di alta stagione e con una pausa di un'ora nella bassa, offrendo un migliore servizio ai turisti".

Bolzonello, assieme al direttore generale di PromoTurismoFvg, Marco Tullio Petrangelo, e al direttore marketing Bruno Bertero, ha analizzato settore per settore tutti i trend evidenziati dalle cifre.

Da segnalare, il diffuso aumento delle presenze su tutte le tipologie di strutture, con particolare attenzione alla crescita dei campeggi e villaggi turistici (+7,6%) superiore alla media. In valore assoluto, l'aumento delle presenze si concentra nel settore alberghiero (+198.769) che determina il 51% del peso complessivo delle presenze, ha ricordato Petrangelo, sottolineando però il forte incremento (+17%) degli alberghi diffusi.

Buoni anche i primi dati sulla stagione invernale nei poli sciistici della regione, anticipati dal direttore Petrangelo. I dati, non definitivi e con Sella Nevea ancora in funzione, registrano circa 498mila primi ingressi negli impianti (0,15% di incremento) e dimostrano che pur con le difficoltà provocate dalla mancanza di precipitazioni, l'innevamento artificiale ha permesso di gestire al meglio la stagione.

(2 - fine) ARC/EP/fc
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Migranti: Roberti, sconcerto parole Schiavone su cittadino pakistano

  • Vaccini: Riccardi, per Villa Manin allargata agenda con altre 240 dosi

  • Turismo: Bini, Tolmezzo capitale mondiale del motociclismo fuoristrada

  • Disturbi alimentari: Riccardi, dopo ambulatorio obiettivo centro cura

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, ottime adesioni fascia 50-59

  • Ricerca: Rosolen, Iupap in Porto Vecchio conferma attrattività Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento