Lunedì, 20 Settembre 2021
Elezioni comunali 2016

Amministrative 2016, Dipiazza: «Traffico, sicurezza e lavoro»

Il candidato sindaco ai microfoni di Telequattro parla dei temi prioritari per garantire i migliori servizi: «Una Trieste reale, quella vissuta dai cittadini, ogni giorno»

«Una Trieste reale, quella vissuta dai cittadini, ogni giorno». Queste le parole del candidato sindaco Roberto Dipiazza in diretta a Telequattro. «Traffico, sicurezza, lavoro, dignità sociale, manutenzione ordinaria. Sono questi i temi, le preoccupazioni. Bisogna lavorare sulle priorità, con efficienza, efficacia ed economicità».

«Per il traffico - chiarisce Dipiazza - impossibile in questi giorni nelle zone di via Milano e via Trento, ci vuole intelligenza nella pianificazione dei lavori e soluzioni semplici come quelle dei sensori che avevo fatto posizionare sotto le Rive per velocizzare i flussi. Per la sicurezza, va riattivato l’apposito Comitato, e usato lo strumento delle ordinanze sindacali».

«Il lavoro va favorito - prosegue il candidato sindaco - dando priorità ai nostri cittadini, rivitalizzando alcune zone della città, privilegiando le piccole iniziative commerciali e imprenditoriali, senza aprire nuove strutture per la grande distribuzione. Vanno riviste le politiche di assistenza sociale: non è possibile garantire 35 euro al giorno agli extracomunitari mentre i nostri pensionati non riescono ad andare avanti. Non siamo in grado di aiutare tutti, dobbiamo avere il coraggio di dirlo».

Il controllo degli sprechi è un altro tasto toccato nel corso dell'interevento televisivo: «Voglio istituire un’apposita commissione che analizzi, voce per voce, tutti i sussidi per capire chi ne ha effettivamente diritto. Invece di proporre progetti irrealizzabili come l’allungamento del Canale di Sant’Antonio, per il cui solo concorso di idee il Comune ha stanziato già 15.000 euro, bisogna procedere con la manutenzione ordinaria della città: i cittadini e i turisti di Trieste hanno diritto a una città curata nei suoi aspetti più importanti».

E sempre ai microfoni di Telequattro fa cenno all'unione in un'unica lista di Un'Altra Trieste e Trieste Popolare con la candidatura di a sindaco di Alessia Rosolen. «Non mi dai la sedia allora io ti vengo contro» sono le parole di Dipiazza per entrare nell'argomento. «Non abbiamo fatto accordi e abbiamo accettato la sfida». E così ognuno correrà con la propria lista. «Un modo per dare più chiarezza ai cittadini, che poi saranno loro, con il loro voto a decidere. Con le liste chiare».

Il link al video della seconda parte dell'intervista: https://bit.ly/22wT0bj

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative 2016, Dipiazza: «Traffico, sicurezza e lavoro»

TriestePrima è in caricamento