Dino Schorn è il nuovo campione europeo M50 dei 400 metri stile libero

Il titolo continentale è stato vinto in 4'24"13 che è pure il sesto tempo assoluto tra tutte le categorie (la più giovane è quella degli M25) ma a Kranj sono arrivate pure tre medaglie d'argento nei 100-200-800 sl e un quarto posto nella 3 km svolta nel lago di Bled

Il triestino Dino Schorn (Il Delfino Napoli-Hand Sport) è il nuovo campione europeo M50 dei 400 metri stile libero. Il titolo continentale è stato vinto in 4'24"13 che è pure il sesto tempo assoluto tra tutte le categorie (la più giovane è quella degli M25) ma a Kranj sono arrivate pure tre medaglie d'argento nei 100-200-800 sl e un quarto posto nella 3 km svolta nel lago di Bled. Nella distanza più breve Dino ha toccato in 56"35 - suo miglior tempo stagionale, a soli 7 decimi dal record italiano dell'ex campione del mondo Massimiliano Gialdi - dietro allo specialista finlandese Tommy Rundgren che è stato capace di vincere tre titoli (i 100 li ha aggiunti ai 50 sl e delfino conquistati in precedenza).

Nei 200 al cospetto del detentore del record del mondo della distanza, il fuoriclasse francese Nicolas Granger - che nel corso dei campionati ha firmato il suo centesimo record europeo - Dino è giunto nuovamente secondo col suo secondo tempo stagionale (2'04"04). Negli 800 altro argento per Dino (9'10"38) nella gara che ha visto il veronese Fabio Calmasini stabilire il record del mondo (terzo tempo assoluto della manifestazione) e, di conseguenza, cancellare quello europeo che proprio Schorn aveva fatto suo lo scorso giugno a Napoli. Questa slovena è la terza edizione dei campionati europei cui Dino ha preso parte ed il bilancio è sempre di quattro medaglie e un quarto posto su cinque gare disputate: a Cadice 2009 due ori (400-800), due argenti (200 e 3 km in acque libere) e quarto posto nei 100 (a 16 centesimi dal bronzo), ad Eindhoven 2013 un oro (200), tre argenti (100-400-800) e quarto posto nella 3 km (a 3 decimi dal bronzo).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A livello internazionale nelle ultime dieci stagioni Dino è stato l'unico nuotatore ad essere riuscito ad esprimersi in prestazioni da podio dai 100 ai 3000 metri potendo vantare anche un argento, due bronzi e un quarto posto ai campionati del mondo di Goteborg 2010 e due titoli iridati e due argenti a quelli di Kazan 2015. Questi campionati sono stati la degna conclusione di una stagione praticamente perfetta, scandita da due record europei (800 e 1500 sl) e da tre italiani (due nei 200, uno nei 400 sl). Il nuovo tecnico Gianni Butera è riuscito a far rendere al meglio il suo allievo "a distanza", così come aveva saputo fare Davide Zara nella cinque stagioni precedenti, a dimostrazione dei risultati sopra elencati ai quali va aggiunto il record del mondo M40 sui 1500 sl stabilito nel 2009. Dallo scorso giugno Dino ha attivato una sua pagina facebook ufficiale (@dinoschornswimming) dove tifosi ed appassionati possono trovare materiale sempre aggiornato e che a tutt'oggi è seguita da più di 1200 persone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • Coronavirus: 334 nuovi casi di cui 141 a Trieste, 3 decessi in Fvg

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi dopo le 18, stop alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento