menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finisce 0-0 la sfida tra l'Unione Sportiva Triestina ed il Bassano Virtus

01.30 - nonostante la convincente prestazione i ragazzi di Princivalli non riescono a conquistare una vittoria che sarebbe stata meritata

28ª giornata del campionato di calcio di serie “C” – girone “B” 2017/18 ha proposto allo stadio “Rocco” l’interessante anticipo televisivo – sugli schermi di Sportitalia – tra l’Unione Sportiva Triestina e il Bassano Virtus: la formazione rossoalabardata in serie positiva da alcune giornate contro la squadra che in questo girone di ritorno ha raccolto più di tutti (5 punti in più del Padova, assoluto capolista). L’incontro si è chiuso senza reti ma è stata la formazione rossoalabardata a costruire di più e sinceramente a meritare la conquista dell’intera posta. In sala stampa opposte le impressioni dei due allenatori: mister Colella non è soddisfatto della prestazione della sua squadra che nel primo tempo ha fatto meglio mentre nella ripresa ha maggiormente sofferto secondo tempo di più nonostante il cambio del modulo ed è convinto che la squadra debba ancora crescere; mister Princivalli è invece orgoglioso per la prestazione dei ragazzi che hanno giocato con grande carattere e personalità, tutti hanno disputato una gara incredibile, mettendo sotto per quasi 90 minuti la squadra attualmente più in forma del campionato. Il tempo inclemente e la diretta TV hanno tenuto lontano i tifosi: non più di un migliaio i presenti sugli spalti. Mister Princivalli propone Boccanera tra i pali e difesa formata da Libutti Codromaz, Lambrughi e Pizzul; centrocampo affidato a Porcari, Coletti e Bracaletti con Bariti e Mensah esterni ed Arma punta centrale. Indisponibili El Hasni e Petrella mentre in panchina è presente il nuovo acquisto Saibou Keita. Terreno molto pesante e temperatura attorno ai cinque gradi.

Dopo le prime schermaglie a centrocampo è la Triestina a rendersi pericolosa al 6° minuto con Mensah che raccoglie un corto rinvio del portiere ospite e cerca l’incursione in fascia sinistra con difesa ospite che ripiega in angolo. Due minuti dopo il Bassano si fa vivo in area rossoalabardata con una triangolazione conclusa da un tiro dal limite di Diop, alto sopra la traversa. Al 15° una buona azione della Triestina viene conclusa da un tiro di Bracaletti, stoppato dalla difesa veneta che rende facile la parata in presa di Grandi. Al 18° una botta dal limite di Pizzul viene bloccata in due tempi da Grandi. Passano sessanta secondi e Proia (fratello dell’ex giocatore rossoalabardato) viene ammonito per un fallo al limite dell’area. La conclusione di Coletti è ben letta da Grandi che blocca in presa alta. I ragazzi di Principalli continuano a premere e vanno nuovamente vicino al gol con il tiro al volo di Porcari, ben servito da Bariti. Al 28° il Bassano si rende pericoloso con una girata di testa di Diop che colpisce la parte superiore della traversa ed esce sul fondo. Nei minuti finali da segnalare una ripartenza alabardata non sfruttata da Mensah ed un colpo di testa di Bariti che il portiere ospite blocca a terra. L’arbitro manda le squadre negli spogliatoi senza concedere recupero. La ripresa inizia con una girata di Bracaletti da buona posizione ma conclusa debolmente con parata semplice di Grandi. Un paio di azioni del Bassano Virtus creano qualche apprensione alla difesa alabardata che si difende con ordine, con Lambrughi determinante. Al 18° l’occasione più limpida per l’Unione: da un traversone proveniente da sinistra Arma colpisce di testa con palla che sbatte sul palo, la stessa viene raccolta da Codromaz che da pochi passi spara alto sopra la traversa. Cambi per il Bassano: Proia esce per Laurenti; Gashi per Venitucci e Zonta per Minesso. Princivalli inserisce Acquadro per Bracaletti. Animi accesi al 23° complice una manata di Bizzotto nei confronti di Porcari: l’arbitro decide di ammonire entrambi. Al 27° Arma corregge di testa un cross di Bariti con palla che esce di poco sul fondo.  Al 38° una veloce ripartenza rossoalabardata sull’asse Bariti-Acquadro non viene finalizzata al meglio. Ultimi cambi: per il Bassano Fabbro prende il posto di un fischiatissimo Diop mentre la Triestina inserisce Hidalgo per Bariti. Nei 6 minuti di recupero c’è tempo per vedere un fallo di mano in area ospite che il signor Carella reputa involontario e l’allontanamento di Princivalli e del massaggiatore del Bassano a causa di un innocuo scambio di opinioni nell’area tecnica della panchina rossoalabardata. Al triplice fischio arbitrale, nonostante il pareggio, convinti applausi dalla curva Furlan e della tribuna danno il meritato riconoscimento ai ragazzi rossoalabardati per la buona prestazione. Altro impegno casalingo per la formazione alabardata nel prossimo turno: sarà il Vicenza a scendere al Rocco per un altro, sentitissimo, derby triveneto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Cucina tipica: la ricetta della minestra de bisi spacai

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Fvg: 661 nuovi casi, scende il tasso di positività

  • Cronaca

    Scuola, genitori in piazza contro la Dad: "È emergenza sociale"

  • Cronaca

    Da lunedì tutto il Friuli Venezia Giulia torna in zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento