Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport

Il Personaggio: Intervista al Giovanissimo Attore Matteo Cernuta

Incontriamo oggi Matteo Cernuta, giovane concittadino ad un passo dai 16 anni, protagonista del musical "Dei e Jole's Day" portato sulla scena dall'associazione Toc Toc (CLICCA QUI per la recensione dello spettacolo). Ecco l'intervista al giovane...

Incontriamo oggi Matteo Cernuta, giovane concittadino ad un passo dai 16 anni, protagonista del musical "Dei e Jole's Day" portato sulla scena dall'associazione Toc Toc (CLICCA QUI per la recensione dello spettacolo). Ecco l'intervista al giovane show-man giuliano:

Ciao Matteo, intanto complimenti per la tua interpretazione al musical; raccontami di te... anni, scuola e passioni - Ciao, grazie per i complimenti, che dire.... il 22 giugno compirò sedici anni, frequento l'Oberdan (con buon profitto ndr) e mi "diletto" con il teatro sia con l'associazione Toc Toc che con il Ricreatorio Padovan, dove con il maestro Denis Pitacco facciamo teatro dialettale....

Teatro, eh sì, si è visto che lo studi e ti piace - Mi Piace??? Mi piace tanto tanto tanto! Ed è iniziato tutto per caso, quasi per gioco... frequentavo i salesiani ed un giorno è "apparso" un cartello che invitava a provare il teatro... io l'ho provato e non l'ho lasciato più! E proprio lì ho avuto i miei primi maestri, Paolo Bertuzzi e Omar Scala. Ed ho debuttato nel mio primo spettacolo "La zena dei cretini".

E' una mia impressione o sul palco ti "trasformi"? Ti ho visto ballare, cantare, recitare con una forza incredibile... ora invece sei qui calmissimo e quasi emozionato - E' vero sono abbastanza timido, nella vita di ogni giorno, ma quando salgo sul palco mi sento a casa, è il mio mondo, sparisce la timidezza e sento in me una carica incredibile... Vedi se mia mamma (che ha accompagnato Matteo a questa intervista ndr) mi chiede di cantare una canzone, proprio non ci riesco mi vergogno. Ma una volta salito lì cambia tutto. E mi diverto un sacco....

Cosa mi dici dell'esperienza al Toc Toc? - Splendida, sono arrivato per il teatro, ma qui ho scoperto anche il ballo... Pensa, un giorno mentre mia madre provava il tip tap ed io la guardavo, i miei piedi hanno iniziato a muoversi da soli.... E non riuscivo a fermarli.... a quel punto la nostra maestra e direttrice Michela Bianco, che sempre ringrazio assieme a Lele Pistrin per la fiducia ed il sostegno che mi danno, mi ha preso sotto le sue "ali" anche per questa disciplina.

Nei tuoi sogni per il tuo futuro cosa vedi? Nel mio sogno vedo il teatro e lo spettacolo, vedo il corso di laurea al DAMS di Bologna (disciplina delle arti, della musica e dello spettacolo ndr) ma so che potrà arrivare soltanto dopo aver studiato e conseguito il diploma.

Matteo, prima di arrivare alle superiori ti dividevi fra teatro ed il calcio. E' stata dura scegliere di lasciare quello sport? Eh sì, è stato un momento duro.... Sai nel calcio avevo tutti gli amici e non è facile lasciarli così. Però una sera, alla fine di uno spettacolo teatrale ero così raggiante e felice, sensazione che, pur divertendomi, non avevo mai provato sul campo di calcio.... E lì ho deciso.....

E Papà Lorenzo, apprezzato allenatore dilettantistico, come ci è rimasto? (sorride) Papà mi vedeva come un calciatore, si aspettava che scegliessi il campo.... Credo sia stata più dura per lui che per me, ma sai una cosa? Io ho due genitori fantastici, scrivilo! Mi appoggiano sempre in tutto e mi sostengono nelle scelte. E la soddisfazione più grande avuta finora è arrivata proprio alla fine dell'ultimo musical .... Mio papà è venuto da me e commosso mi ha abbracciato dicendomi "Meno mal che te gà molà calcio!!!".... E' stato un momento bellissimo....

Siamo quasi alla fine, Matteo, di questa tua prima e credo proprio non ultima, intervista "ufficiale"... Buttami là qualche nome di attori famosi a cui ti ispiri o che ti piacciono particolarmente - Sicuramente mi piace tantissimo Enrico Brignano ma anche Giuseppe Giacobazzi di Zelig.... Poi (tentenna)... c'è Alessandro Gassman ma xe troppo per mi (sorride).... Comunque anche Steve Martin non è niente male....

Matteo non mi resta che augurarti che tutti i tuoi sogni vengano realizzati, te lo meriti davvero - Grazie di cuore, ci proverò sicuramente....

Prima di lasciarci fai un saluto a tutti gli amici di Triesteprima.it che leggono la tua intervista, dai lo facciamo con un piccolo video (clicca su play sotto per vedere il video con il saluto di Matteo Cernuta)

matteo cernuta intervista

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Personaggio: Intervista al Giovanissimo Attore Matteo Cernuta

TriestePrima è in caricamento