Sport Muggia

Interclub Muggia Soccombe alla Tec-Mar Crema 55 a 80

Un'altra buccia di banana fa scivolare l'Interclub in campionato: Crema conferma di essere al quarto posto per un motivo ben preciso e tracima ad Aquilinia, imponendosi per 55-80. Alla fine il gran numero di rotazioni in più a disposizione ha...

Un'altra buccia di banana fa scivolare l'Interclub in campionato: Crema conferma di essere al quarto posto per un motivo ben preciso e tracima ad Aquilinia, imponendosi per 55-80.
Alla fine il gran numero di rotazioni in più a disposizione ha fatto col fare la differenza alla distanza, con Muggia che maledice la malasorte (senza Lara Cumbat, costretta al forfait per un fastidio al ginocchio) e un primo quarto da incubo, chiuso con 7 punti all'attivo e sotto di sedici lunghezze già al decimo minuto.
Non è bastato un successivo quarto d'ora di orgoglio e generosità, dove le padrone di casa sono arrivate fino a -5, per tentare di mantenere l'inerzia in mano: la Tec-Mar, mostrando i muscoli con le superlative Caccialanza e Losi, ha poi finito per condurre agevolmente in porto la partita.
( nella foto Jessica Cergol ).

Tanta cavalleria prima dell'inizio del match, con la società rivierasca intenta a donare panettoni alle ospiti, poi si parte: ed è un pessimo inizio per le rivierasche, che sparacchiano al tiro (20% totale dal campo nelle prime battute) e finiscono intrappolate nella rete lombarda: il 7-23 al 10' finisce con l'essere un paletto di frassino nel cuore dell'Interclub, che coraggiosamente tenta di uscire dalle sabbie mobili con un parziale di 20-15 nel secondo quarto, quando cioè la macchina rodata lombarda finisce col perdere colpi.

Il divario è comunque importante a metà gara (27-38) ma si riduce ulteriormente in apertura di terzo quarto, fino al 33-38 con i liberi segnati da Cergol dopo il fallo tecnico su Losi: nel momento in cui Muggia comincia a nutrire una piccola speranza, arriva tra capo e collo il problema dei falli.

Con Borroni e Ljubenovic a 3 penalità e Palliotto già a 4, la stretta difensiva non può essere la stessa: Crema ne approfitta, scappando via definitivamente con Caccialanza e con la tripla di tabella di Losi che, a inizio di ultima frazione, lascia chiaramente il presagio che la partita sia chiusa sul +17 esterno (42-79). L'Interclub cede di schianto, senza più riuscire a tornare a contatto con le avversarie.

Coach Matija Jogan commenta così la gara: "i problemi di rotazioni, senza poter utilizzare Cumbat, hanno finito col penalizzarci. Salviamo quanto di buono fatto nel secondo quarto, quando avremmo potuto finire maggiormente sotto nel punteggio e invece abbiamo fatto vedere di avere un grande cuore nonostante tutte le difficoltà che stiamo affrontando: ripartiremo proprio da qui alla ripresa del campionato, perché è una sconfitta diversa rispetto alle altre tre precedenti.

Onore a Crema per il gioco dimostrato, anche se negli ultimi minuti, con le nostre ragazzine under 19 in campo, coach Giroldi abbia deciso di continuare a pressare, nonostante fossero abbondantemente avanti col punteggio: un atteggiamento che sinceramente non condivido, perché ormai il match era segnato ed è stata una punizione troppo severa per le più giovani".

Interclub Muggia-Tec-Mar Crema 55-80 (7-23, 27-38, 41-54)

Interclub Muggia: Meola, Borroni 15, Primossi 7, Cumbat ne, Cergol 12, Puzzer, Ljubenovic 12, Palliotto 9, Moratto, Rosin. All. Jogan

Tec-Mar Crema: Conti, Biasini, Capoferri 12, Sforza, Caccialanza 22, Losi 17, Cerri 2, Gibertini 6, Rizzi 7, Picotti 14. All. Giroldi

Alessandro Asta
Addetto Stampa Pall.Interclub Muggia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interclub Muggia Soccombe alla Tec-Mar Crema 55 a 80

TriestePrima è in caricamento