menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallacanestro Trieste 2004-Eternedile Fortitudo Bologna 88-60. La cronaca.

22.30 - la cronaca della splendida cavalcata biancorossa.

Ancora una netta vittoria per i ragazzi terribili di coach Dalmasson; dopo Imola anche la blasonata Eternedil Fortitudo Bologna deve inchinarsi alla caparbietà della formazione triestina che lotta su ogni pallone, mandando spesso fuori giri la compagine bolognese. Anche in questa occasione Dalmasson ha ruotato tutti e dodici i giocatori a disposizione e, tranne i giovanissimi Boniciolli e Ferraro, entrati nell’ultimo minuto di gioco, tutti si sono iscritti a referto.

PRIMO QUARTO
Trieste parte con Parks, Bossi, Pecile, Pipitone e Zahariev; la Fortitudo risponde con Radic, Candi, Raucci, Flowers ed Italiano. Primi punti bolognesi con Italiano ma la Pallacanestro Trieste rompe il ghiaccio con la tripla di Zahariev. Entrambe le formazioni iniziano con difesa individuale: Pipitone manifesta qualche difficoltà nel difendere su Radic che da solo produce un mini-break di 5-0 (7-3 per la Fortitudo). Immediata è la reazione dei biancorossi che con Pipitone, Zahariev e cinque punti consecutivi di Pecile ribaltano l’inerzia della gara portandosi sul 12-7. Dopo i liberi di Italiano ancora Zahariev chiude in schiacciata al termine di una velocissima azione in contropiede. La tripla di Flower riporta sotto Bologna ma l’appoggio a canestro di capitan Coronica sulla sirena chiude il primo periodo con il vantaggio biancorosso: 23-19.

SECONDO QUARTO
Ancora Coronica ad inizio quarto con la Fortitudo che si riporta sotto con parziale di 5-0 firmato Sorrentino-Flowers. Trieste risponde con la coppia Parks-Prandin che assieme confezionano un parziale di 10-2: Trieste a +9 (35-26). È ancora Radic a lottare sotto i tabelloni realizzando prima due punti ed un successivo 1 su 2 ai liberi. Arrivano però due tiri pesanti da Bossi e Pecile che ricacciano i biancoblu felsinei a -12. La tripla di Candi nel finale manda le due squadre al riposo lungo sul punteggio di 43-34.

TERZO QUARTO
Trieste allunga con la bomba di “Sunshine”; Bologna fa fatica a superare l’arcigna difesa biancorossa che chiude tutti gli spazi costringendo spesso gli ospiti ad effettuare tiri forzati. Il divario tra le due squadre si amplia: i nove punti di vantaggio iniziali diventano dodici, poi quindici poi diciassette con la tripla di Landi a 20 secondi dalla fine del periodo, che si chiude con la Pallacanestro Trieste avanti 59-42.

QUARTO QUARTO
Nell’ultimo quarto i  ragazzi di Dalmasson mantengono la stessa intensità difensiva dei primi minuti e Bologna riesce a colpire dalla distanza solamente con Raucci; in attacco la scena è tutta per Canavesi che trova buone soluzioni grazie ad un ottima regia di Prandin. Trieste con Parks e Coronica allungano ancora fino al +26 (78-52 a 3.42 dal termine). Qualche palla persa di troppo e Bologna ricuce fino al -20 ma nel finale, con i giovani Boniciolli e Ferraro in campo è “Parks-show” che fa 3 su 4 dalla lunetta, conseguente all’espulsione di un nervosissimo Iannilli, chiudendo la tripla che fissa il punteggio finale di 88-60.
Un’altra convincente prestazione di squadra per i ragazzi di Dalmasson, con cinque elementi in doppia cifra (Parks 18, Pecile e Coronica 13, Zahariev 11 e Prandin 10. Per gli ospiti 18 punti di Radic e 9 di Flowers. 
La prossima domenica la Pallacanestro Trieste sarà impegnata in trasferta contro l’attuale fanalino di coda Recanati: una buona occasione per allungare la striscia vincente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento