Sport

La Triestina vince e rimane tra le prime

Una bella Unione strapazza un Renate che in qualche occasione ha dimostrato di non meritare la classifica ingenerosa del momento. Un ritrovato Steffè (al posto di Maracchi febbricitante), "Diablo" Granoche che sfrutta un regalo dei neroblu e Mensah firmano il 3 a 1 che permette a Pavanel di guardare con serenità alla sfida con la Giana Erminio

Una Triestina che incassa i primi tre punti da una trasferta e regala al gruppo di Pavanel una dose di autostima in più. Il Renate non era un avversario particolarmente temibile (penultimo con cinque punti, 11 gol subiti e sei sconfitte) ma in questi casi chi sta davanti rimane penalizzato per la classica sottovalutazione del rivale. A Meda fortunatamente non succede e l'Unione porta a casa punti importanti per la classifica. Buona prova di Mensah, un ritrovato Steffè (bellissimo il gol del 2 a 1) e di Granoche. 

La cronaca

Al primo minuto Petrella spara da fuori area dopo uno scambio preciso con Granoche ma la palla esce alla sinistra del numero uno dei neroblu. Al 9' del primo tempo arriva il gol della Triestina. Da un'iniziativa sulla sinistra di Sabatino che mette un filtrante in verticale verso Mensah, nasce il velo proprio della punta rossoalabardata per Beccaro che controlla e calcia forte in angolo. Cincilla la lascia lì il pallone e torna Mensah che insacca da pochi passi. 

Al 29' ingenua la difesa rossoalabardata. Su un cambio cambo telefonato e senza velocità del Renate, Libutti respinge la palla di testa verso il centro invece di indirizzarla sull'esterno. Mensah si addormenta e la palla giunge ad uno Spagnoli ispirato che "spara" dai venti metri un terra-aria che trafigge Valentini: uno a uno e palla al centro. 

La Triestina subisce il colpo e va in affanno in un paio di occasioni. A volte sembra il Renate ad essere tra le prime cinque squadre del campionato e non i rossoalabardati. Ma il calcio, si sa, è capace di ribaltare le convinzioni degli spettatori, anche di quelli più esperti. E in questo modo, dopo alcuni pericoli neroblu e un paio di fiammate e ripartenze della Triestina, si va alla fine del primo tempo sul punteggio di parità. 

Il secondo tempo

La ripresa poi diventa la fotocopia del primo tempo se non fosse che al 58' Demetrio Steffè si ricorda di aver giocato qualche partita ad alto livello e tira via le castagne dal fuoco con un bolide da oltre venti metri che si spegne nel sette della porta difesa da Cincilla. La Triestina resta solida e compatta, su un campo reso pesante dalle condizioni atmosferiche che hanno creato non pochi disagi in tutto il nord Italia. Il gol di Granoche che sigla il 3 a 1 per gli ospiti all'80' è il più classico regalo della difesa al "Diablo". Pablo sfrutta anche la minima occasione e, complice la giornata no di Cincilla, mette la parola fine alla partita. 

Triestina quarta in campionato a 15 punti. Pavanel e i suoi uomini continuano a guardare sotto. E fanno bene. Fino a quando resterà umile e compatta, questa squadra potrà dire la sua durante tutto il campionato. 

Le formazioni scese in campo

Renate: Cincilla; Anghileri, Teso, Vannucci, Frabotta; Simonetti, Rossetti; Guglielmotti, Venitucci, Finocchio; Spagnoli. A disposizione: Romagnoli, Priola, Doninelli, Gomez, Piscopo, Pattarello, Caccin, Pennati, Castria. Allenatore: Adamo

Triestina: Valentini; Libutti, Codromaz, Lambrughi, Sabatino; Maracchi, Coletti; Mensah, Beccaro, Petrella; Granoche. A disposizione: Boccanera, Malomo, Pizzul, Steffè, Bracaletti, Hidalgo, Bariti, Formiconi, Pedrazzini, Bolis, Procaccio. Allenatore: Pavanel

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Triestina vince e rimane tra le prime

TriestePrima è in caricamento