Sabato, 23 Ottobre 2021
Sport

Sconfitta Casalinga per la Pallacanestro Trieste contro gli Angels di Sant'Arcangelo: la Cronaca

Per la ventisettesima giornata del Campionato Divisione Nazionale  A la Pallacanestro Trieste Acegas APS ospita al Palachiarbola gli Angels di Sant’Arcangelo di Romagna, allenati da Massimo Bernardi (al quale il pubblico ha tributato un caloroso...

Per la ventisettesima giornata del Campionato Divisione Nazionale A la Pallacanestro Trieste Acegas APS ospita al Palachiarbola gli Angels di Sant'Arcangelo di Romagna, allenati da Massimo Bernardi (al quale il pubblico ha tributato un caloroso applauso), che condusse la squadra triestina alla promozione in serie A dilettanti nella stagione 2008-2009 e mantenne la categoria nella stagione successiva.

La squadra romagnola, inserita nella stessa Divisione dell'Acegas, è attualmente quarta con 16 punti e si presenta a Trieste reduce, a parte la prevedibile sconfitta a Trento, da una serie di vittorie che hanno consentito alla squadra di abbandonare l'ultimo posto in classifica lasciandosi alle spalle la Brandini di Firenze e la Consum.it. Dall'altra parte però i ragazzi di Dalmasson, dopo sei vittorie consecutive, sono chiamati a mantenere il passo con Trento ed a conquistare quanto prima i play-off.

PRIMO QUARTO
Trieste parte con un inedito quintetto con Luca Bonetta che realizza subito una tripla per Trieste; Gandini realizza da sotto e l'ACEGAS è avanti 5-0. Trieste è imprecisa al tiro e perde alcuni palloni in attacco, consentendo agli ospiti di piazzare un parziale di 12-2: ora è il Sant'Arcangelo avanti di 5 (12-7). Dalmasson manda in campo Ruzzier e Mastrangelo, che con una tripla riesce a mantenere Trieste a stretto contatto con gli Angels, che chiudono il primo quarto avanti di tre punti (13-16). Per i ragazzi di Dalmasson un buon 67% nel tiro dall'arco ma un insufficiente 20% nel tiro da due e ben 10 palle perse.

SECONDO QUARTO
Quattro punti consecutivi per gli Angels mentre dall'altra parte Maganza riesce a sfruttare i suoi centimetri segnando quattro punti dopo aver recuperato due rimbalzi su altrettanti suoi errori da sotto. I biancorossi recuperano numerosi rimbalzi in attacco ma non riescono a trovare la soluzione per battere la difesa avversaria; per questo motivo gli Angels riescono, con una tripla di Bonaiuti, a portarsi avanti di 10 (21-31) ma Trieste risponde con Ruzzier dall'arco e Moruzzi da sotto. Il canestro di Palerrmo e i due punti di Gandini chiudono il secondo quarto a favore degli ospiti 28-33.

TERZO QUARTO
La squadra triestina gioca con Mastrangelo e Ruzzier in cabina di regia e riesce, con una tripla di quest'ultimo, a tornare a -2 (35-37) ma Sant'Arcangelo, con un parziale di 7-2 torna a +7. Zaccariello realizza solamente un libero, segna Moruzzi da due mentre per i romagnoli Silimbani non sbaglia dalla lunetta e consente agli Angels di mantenere un vantaggio di 6 punti (40-46) alla fine del terzo quarto. In questo periodo Trieste è positiva nel tiro da 2 (80% con 4/5) ma deficitaria al tiro dall'arco con appena una realizzazione su nove tentativi.

QUARTO QUARTO
Il pubblico di Chiarbola incita la squadra confidando nella riscossa dei ragazzi di Dalmasson; nei primi minuti il punteggio rimane fermo a causa di errori commessi da entrambe le squadre. I primi due punti dell'ultimo quarto li realizza per Sant'Arcangelo Luca Bedetti mentre Trieste, con due liberi di Gandini ed una tripla di Moruzzi, si riporta a soli tre punti di svantaggio (45-48) ma purtroppo è solo un fuoco di paglia: gli Angels, grazie ad un parziale di 9-0 si riportano avanti di 12 punti (45-57) e nel finale riescono a ripartire due volte in contropiede con Palermo che viene fermato fallosamente. Il giocatore romagnolo non fallisce i quattro tiri liberi e mette in cassaforte la vittoria per la sua squadra. Lla tripla finale di Mastrangelo serve solamete a fissare il risultato finale sul 53-63.

Una giornata decisamente storta per i ragazzi di Dalmasson, che non sono mai riusciti ad entrare in partita, chiudendo con un insufficiente 33% al tiro e ben 28 palle perse. Note positive per Moruzzi, miglior realizzatopre per l'Acegas con 14 punti ed anche per Maganza che, negli undici minuti giocati ha segnato 4 punti ma ha recuperato ben 12 rimbalzi (7 in difesa e 5 in attacco); solita prova di cuore per Gandini, che lotta su ogni pallone mentre assolutamente in ombra Carra con zero punti a referto e ben sei palle perse.

Per gli ospiti, sportivamente applauditi dal pubblico di Chiarbola e festeggiati dai propri tifosi, miglior realizzatore è stato Palermo con 19 punti.

La sconfitta di oggi non pregiudica il cammino di Trieste verso la conquista dei playoff: domenica c'è la trasferta a Casalpusterlengo ma soprattutto mercoledì 7 marzo alle ore 20.30 si disputerà il big-match casalingo contro la Bitumcalor Trento.

Infine avevo promesso ai lettori di TriestePrima tifosi di hockey in line di ragguagliarli sulla presenza del chirottero nel Palachiarbola: il piccolo pipistrello ha assistito al secondo tempo dell'incontro ma decisamente non ha portato fortuna a Trieste. Probabimente qualche addetto del palazzetto si prodigherà per ridargli la libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sconfitta Casalinga per la Pallacanestro Trieste contro gli Angels di Sant'Arcangelo: la Cronaca

TriestePrima è in caricamento