Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

Tutti Triestini i Vincitori della Gara Regionale delle Olimpiadi di Neuroscienze

Vengono dai Licei Scientifici Galilei e Oberdan di Trieste i tre studenti del Friuli Venezia Giulia che accedono alla fase nazionale Sono triestini i tre vincitori della gara regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze, che si è svolta sabato...

Vengono dai Licei Scientifici Galilei e Oberdan di Trieste i tre studenti del Friuli Venezia Giulia che accedono alla fase nazionale

Sono triestini i tre vincitori della gara regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze, che si è svolta sabato presso il Comprensorio di San Giovanni, a Trieste: sono Stefano Roberti, Ilaria Perentin, del Liceo Scientifico G. Galilei e Stefania Pavan, del Liceo Scientifico G. Oberdan. Hanno gareggiato contro altri 51 ragazzi (di cui 31 femmine e 23 maschi), provenienti da altre 9 scuole secondarie di II grado di Trieste, Gorizia, Udine e Pordenone, cimentandosi nella prova a squadre, un cruciverba con definizioni che prevedevano conoscenze relative all'anatomia cerebrale, e nelle prove individuali, con domande sul processo "cognitivo" per prendere una decisione, sui neuroni uditivi o sulla dopamina, fino alle domande a bruciapelo della prova finale, su sinapsi, dendriti, motoneuroni e midollo spinale.

Oltre ai tre vincitori, fra i 10 finalisti c'erano altri 3 ragazzi del Galilei (Sabrina De Simone, Piero Novel e Stefano Zio), 3 dell'Oberdan (Marco Obersnel, Martina Peinkhofer e Enrico Maria Rigoni) e, unico a scalfire la supremazia triestina, Marco De Fusco dall'Istituto Vendramini di Pordenone.

I vincitori Stefano (17 anni), Ilaria (19) e Stefania (17) sono emozionati e soddisfatti, tutti e tre amano le neuroscienze e sono orientati verso studi universitari in medicina. Oggi, oltre a vincere un Kindle ciascuno, si sono aggiudicati l'opportunità di rappresentare il Friuli Venezia Giulia alla gara nazionale, che si svolgerà a Trento il 12 aprile prossimo. Qui verrà designato il vincitore delle Olimpiadi italiane delle Neuroscienze, che rappresenterà il paese alla gara internazionale (The International Brain Bee) in programma a Washington DC dal 7 al 10 agosto, in concomitanza con l'American Psychological Association Convention.

Fra una prova e l'altra, le foto di gruppo, una sostanziosa merenda e un bellissimo sole, i ragazzi oggi si sono emozionati, divertiti, sorpresi, a volte sono rimasti un po' delusi, ma hanno sicuramente visto con occhi diversi e apprezzato un po' di più le neuroscienze, che sono tra le discipline scientifiche a maggior crescita nell'ultimo decennio. Lo scopo della competizione, che Trieste ha ospitato per il quinto anno, è proprio quello di diffondere fra i giovani l'interesse nelle neuroscienze, permettendo loro di entrare in contatto con gli stimoli e con le possibilità che questa materia offre.

A giudicare le prove nella gara di sabato, assieme a un gruppo di volenterosi studenti di neuroscienze dell'Università di Trieste, c'erano il prof. Piero Paolo Battaglini, neuroscienziato e coordinatore delle Olimpiadi, Marina Sciancalepore, ricercatrice del Centro BRAIN dell'Università di Trieste e Fabio Carniello, direttore dell'Immaginario Scientifico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti Triestini i Vincitori della Gara Regionale delle Olimpiadi di Neuroscienze

TriestePrima è in caricamento